Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Condé Nast, Fedele Usai illustra le performance dell'azienda. Video

I piani per il futuro di Condé Nast ruotano tutti intorno a tre elementi cardine: la qualità, la focalizzazione e l'innovazione

Condé Nast, Fedele Usai illustra le performance dell'azienda. Video

Fedele Usai, Amministratore Delegato di Condé Nast, in carica dal primo settembre, nella conferenza stampa di questa mattina, illustra una sintesi delle migliori performance dell’azienda e le nuove strategie del gruppo: si conferma il percorso di riassetto intrapreso due anni fa e si spinge sull'acceleratore per quanto riguarda il digital, che per il 2017 toccherà i 20 milioni di fatturato, rivestendo il 18% del giro d’affari complessivo, e che raggiungerà il 37% nel 2020.

I piani per il futuro di Condé Nast ruotano tutti intorno a tre elementi cardine: la qualità, la focalizzazione e l'innovazione.

'La qualità è la nostra ossessione', ha spiegato Usai, 'quella che ci differenzia da tutti i nostri competitor, quella stessa che negli ultimi mesi, in circostanze anche emotivamente non semplici, ci ha consentito di presentare un Vogue che ha raccolto unanimi consensi a livello internazionale e un inequivocabile apprezzamento dei nostri partner testimoniato dalle crescite degli investimenti decisamente in controtendenza rispetto al mercato'.

Vogue Italia, con il numero di luglio, il primo firmato da Emanuele Farneti, ha registrato in termini di diffusione, una crescita del 27%,  rispetto allo stesso numero dell'anno precedente. Ottimi i risultati anche del mese di agosto, in crescita del 16% rispetto ad agosto 2016. Con il numero di settembre invece, il più importante dell'anno, c'è stato un exploit nella raccolta pubblicitaria, che ha registrato una crescita del 12.5% rispetto allo stesso numero dello scorso anno, per un totale di 340 pagine di adv.

Numeri importanti arrivano anche da Vanity Fair, 'che a settembre ha registrato un risultato che resterà nella storia di questa azienda, con oltre 10 milioni di utenti unici nel nostro sito'.

Condè Nast, quest'anno, segna un altro importante traguardo, per la prima volta nella storia, un magazine italiano è stato eletto a New York, miglior magazine del mondo: stiamo parlando di Wired Italia, che grazie al nuovo set-up, ha tutte le carte in regola per presentare un evento di portata internazionale, il Wired Next Fest. Quest'anno, dopo il grande successo dell'edizione milanese, il Wired Next Fest torna a Firenze, per il secondo anno consecutivo: l'appuntamento è per il 30 settembre e il 1° ottobre, a Palazzo Vecchio.

Performance positive si confermano anche sugli altri top brand Condé Nast: è il caso, ad esempio di GQ Gentlemen's Quartertly, che da marzo di quest'anno sta registrando numeri in netto miglioramento rispetto all'anno precedente, sia in termini di diffusione, che di raccolta pubblicitaria.

Anche Glamour si conferma in crescita, mentre AD Architectural Digest, da sempre leader nel mercato dell'arredo, rimane in linea con lo scorso anno.

Il secondo elemento cardine di Condè Nast è la focalizzazione: 'Le nuove modalità di fruizione dei contenuti dei nostri consumatori ci chiama al dovere di essere selettivi e determinati negli investimenti nei brand', ha spiegato il nuovo Ad di Condé Nast: 'Questo si traduce nella necessità di non disperdere focus e dismettere alcune attività non più in grado di essere al centro delle necessità di lettori e clienti'. A tal proposito, Usai sottolinea che la società intende trattare la questione con chiarezza e attraverso un confronto responsabile.

Il terzo elemento chiave per il modus operandi di Condé Nast è l'Innovazione: 'Le nostre properties digitali con oltre 21 milioni di utenti unici, oltre 13 milioni di social base, oltre 18 milioni di videoviews, ci hanno consentito di ritagliarci un ruolo di primo piano. La nostra intenzione è quella di crescere ancora attraverso iniziative e investimenti sempre più importanti come la prima social Academy'.

La Condè Nast Social Academy, grazie al contributo di SDA Bocconi, lancia il primo master riconosciuto in Italia, rivolto ai protagonisti dell'Influencer Marketing. L'obiettivo del programma è quello di formare i primi influencer marketing di Condé Nast e SDA Bocconi, attraverso lo sviluppo di conoscenze specifiche, a livello di comunicazione, social marketing e digital media.

Alla fine dell'anno nascerà anche Lisa, acronimo di Love Inspire Share Advise, il primo social brand di Condé Nast, rivolto ai Millenials. Nel medesimo periodo vedrà la luce anche Shareable, la nuova content creator unit di Vogue Italia.

Fedele Usai chiude la presentazione dei nuovi progetti della società, riassumendo le intenzioni di Condé Nast in questo concetto: 'Essere il player di riferimento della comunicazione di qualità del nostro Paese'.

Beatrice Elerdini

I giochi del momento:

In Vetrina

Belen nuda, Caroline Wozniacki senza slip. Barriales topless. E... LE FOTO

In evidenza

Di MA-iOS, il sistema operativo Tutti i migliori video di Crozza
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Fiat 500X Edition pensata per i giovani

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.