A- A+
MediaTech
Editoria, la "strage" degli editori italiani. Si salvano Cairo e L'Espresso
Urbano Cairo
Advertisement

Una drammatica perdita di copie. Salgono i debiti, scendono gli investimenti. Mediobanca fotografa la situazione dell'editoria italiana. Nel quinquennio 2011-2015 i ricavi aggregati dei nove maggiori gruppi editoriali italiani hanno segnato una flessione del 32,6%, passando dai 5,7 miliardi di euro del 2011 ai 3,9 del 2015 (-4,2% rispetto ai 4,1 miliardi del 2014). In un quinquennio si sono persi 2 miliardi di ricavi, pari a quasi un terzo del fatturato 2011. Le minori vendite hanno ridotto l'occupazione - prosegue il rapporto - che si e' ridimensionata nel quinquennio del 24,8% coinvolgendo circa 4.600 dipendenti.

Affaritaliani.it pubblica il report integrale sui principali gruppi editoriali italiani, cui fanno capo i principali quotidiani nazionali d’informazione, realizzato dall'Area Studi di Mediobanca. Lo studio, alla sua terza edizione, analizza i bilanci nel quinquennio 2011-2015 e nei primi nove mesi 2016.

I principali nove Gruppi editoriali italiani hanno ridotto il fatturato del 32,6% tra il 2011 e il 2015 (-1,8 mld.) e del 4,2% nel 2015-14, fermandosi a segnare vendite per 3,9 € mld. nel 2015. Mondadori il nuovo maggiore player del mercato editoriale italiano.

Nello stesso periodo 2011-15 hanno cumulato perdite nette per 2 mld. Solo Cairo Editore e L’Espresso sono in utile nel quinquennio 2011-15.

Sempre nel 2011-15 hanno ridotto la forza lavoro di oltre 4.500 unità, scendendo a 13.090 dipendenti a fine 2015 (in termini omogenei pari a -24,8%; -2,6% nel 2015-14).

La redditività operativa resta inferiore a quella della manifattura italiana, ma è migliorata rispetto al dato negativo del 2014 (0,1% il MON sul fatturato 2015), soprattutto per la forte azione di contenimento dei costi (- 8,9% nel 2015-14).

Cairo Editore, Itedi e L’Espresso primeggiano per redditività operativa nel 2015; Il Sole 24 ORE e Class in coda.

La struttura finanziaria è solida a livello aggregato (nel 2015 i mezzi propri sono in media 1,5 volte i debiti finanziari), ma molto differenziata fra i singoli Gruppi. Agli estremi nel 2015: Cairo Editore, che non ha debiti finanziari, e RCS che ha un’esposizione finanziaria di oltre 5 volte superiore ai mezzi propri. La liquidità è pari a meno di un terzo dei debiti finanziari. Cairo Editore non ha debiti finanziari e Caltagirone Editore ha una liquidità che ammonta a oltre 4 volte l’esposizione finanziaria.

Gli investimenti si sono più che dimezzati nel periodo 2011-15 (in cinque anni investiti 35 € mld in meno, -55%).

Confronto con Germania-Francia-UK: Italia in coda per contrazione del giro d’affari nel 2015-14 (solo la Germania segna un aumento), davanti alla Francia per redditività operativa (ma dietro a Germania e UK), in coda per solidità finanziaria (Germania davanti a tutti) e per investimenti (UK davanti a tutti).

La diffusione dei quotidiani continua a calare in Italia (-33% nell’ultimo quinquennio e -9% rispetto al 2014), più che in Europa (-23,8% e -4,7%).

Il 2016 segna una tendenza al consolidamento del settore (Cairo-RCS, Espresso-Itedi).

Tags:
editoria bilancieditoria dati
in vetrina
Asteroide gigante punta la Terra. Osservando la traiettoria dell'ASTEROIDE...

Asteroide gigante punta la Terra. Osservando la traiettoria dell'ASTEROIDE...

i più visti
in evidenza
Kinsey Wolansky rivelazione hot "Dopo l'invasione, 2 calciatori..."

Sport

Kinsey Wolansky rivelazione hot
"Dopo l'invasione, 2 calciatori..."


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Hyundai: con la campagna Next Awaits racconta la sua storia

Hyundai: con la campagna Next Awaits racconta la sua storia


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.