A- A+
MediaTech
IPhone e Sony: la classifica dei dispositivi più influenti di sempre

L'iPhone incassa un altro riconoscimento. Proprio mentre attraversa la fase più difficile della sua carriera, lo smartphone di Apple è stato nominato dal Time il dispositivo più influente di tutti i tempi. Una classifica che va dai telefoni alle tv, dai videoregistratori alle consolle. Al di là del successo commerciale, la graduatoria include quegli oggetti che “hanno cambiato il corso della tecnologia”. A volte sono anche stati anche molto venduti. Ma non è sempre così. Basta guardare la posizione numero 50: i Google Glass non sono diventati un prodotto di massa come Brin e Page si aspettavano, ma hanno comunque dato un impulso decisivo al wearable.

Dall'altro capo della classifica, in vetta, c'è l'iPhone. “Nessuno – scrive il Time – ha saputo associare accessibilità e bellezza”, con l'effetto di “spingere la nuova generazione di telefoni piatti e touchscreen”. Non solo: è stato il dispositivo che ha aperto il mercato delle app, “cambiando per sempre il nostro modo di comunicare, comprare, giocare, lavorare”. Dal 2007, anno di lancio dell'iPhone, al 1968 per incontrare la seconda posizione. E' l'anno in cui Sony lancia il Trinitron. Il televisore diventa a colori e di massa, con oltre 100 milioni di unità vendute nel mondo. Al terzo posto c'è di nuovo Apple, con il Macintosh. Per diffusione, sarebbe stato surclassato dall'avvento di Windows. Ma i numeri non sono tutto. E con la sua interfaccia lineare e il suo design, il Macintosh ha indicato la strada dello sviluppo futuro. In quarta posizione di nuovo Sony, con il Walkmann, il primo dispositivo capace di rendere la musica “trasportabile”. 200 milioni di unità vendute, fino all'avvento dei successori: lettori cd e iPod. Chiude la cinquina l'Ibm Model 5150, lanciato nel 1981. Il Time si chiede semplicemente: “Cosa sarebbe il mercato del pc oggi senza questo computer?”.

Nella classifica ci sono anche la Kodak Brownie (ottavo), l'iPod (nono), il vibratore Hitachi (decimo), l'Atari 2600 (13esimo). La prima consolle Nintendo (15esima) fa meglio di GameBoy (16esimo), Commodere 64 (26esimo) e PalyStation (31esima). L'iPad è 25esimo supera il Kindle (28esimo). In una classifica dominata dall'iPhone, si affaccia anche il Nokia 3210 (34esimo). Entrano l'Oculus Rift (39esimo) e FitBit (42esimo) ma non l'Apple Watch. E ci sono anche i droni (46esimi) e le stampanti 3d (49esima).

Tags:
iphonesony trinitronmacintoshplaystationibmappletime

in vetrina
Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

Royal Family News, tra Meghan Markle ed Elisabetta II scoppia il "tiara-gate"

i più visti
in evidenza
Macigno sul Grande Fratello Vip L'amara scelta di Mediaset

Ascolti flop

Macigno sul Grande Fratello Vip
L'amara scelta di Mediaset

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Lamborghini Urus ST-X Concept, il primo SUV nato per correre

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.