A- A+
MediaTech
Ascolti Tv: pirateria audiovisivo, cresce visione illegale di eventi sportivi

Le nuove tecnologie hanno ampliato, e continueranno a farlo, l’offerta di contenuti sradicando di conseguenza l’idea che film, programmi e serie tv possano essere visti in modo illecito, con la scusante di un catalogo ufficiale ridotto e di difficile accesso. Nonostante i (lenti) segnali di controtendenza, però, l’incidenza complessiva della pirateria in Italia è stata, nel 2018, del 38% con i film come contenuti più piratati dalla popolazione adulta (33% e in crescita di 3 punti percentuali rispetto al 2017). E’ questa la conclusione dell’analisi del fenomeno della pirateria a cui è giunto l’istituto di ricerche Ipsos per conto di Fapav (Federazione per la tutela dei contenuti audiovisivi e multimediali), dopo 3 anni di studi e analisi. In particolare come spiega ItaliaOggi, i segnali positivi provengono dalle nuove generazioni. Più nel dettaglio, le serie e i programmi tv si distanziano di un solo punto percentuale, rispettivamente 21% e 20%. Negli ultimi tre anni, partendo dal 2018 gli atti illeciti sono diminuiti dell’8% rispetto all’anno precedente e del 14% se rapportati al 2016. Quindi, la pirateria appare oggi meno una prassi giovanile che nel passato. Se nel 2017 quasi 2 pirati su 3 avevano meno di 45 anni, oggi sono poco più di 1 su 2 (55%, in calo di 7 punti). In riferimento invece alla popolazione under 15, è vero che negli ultimi 12 mesi il 47% degli adolescenti ha commesso almeno una forma di pirateria, privilegiando modalità digitali e film come contenuto scelto rispetto alle serie tv e ai programmi, ma è altrettanto vero, sempre secondo Ipsos-Fapav, che in termini consuntivi gli atti di pirateria nel 2018 sono stati poco superiori ai 31 milioni, con un calo del 14%. Stando poi all’approfondimento di Nando Pagnoncelli, presidente di Ipsos Italia, sull’evoluzione della pirateria audiovisiva in Italia, presentata ieri all’auditorium dell’Ara Pacis di Roma, tra i fenomeni emergenti c’è la visione illegale di eventi sportivi live. Sono quasi 5 milioni infatti gli italiani che nel corso del 2018 hanno dichiarato di aver visto, senza averne titolo, contenuti sportivi live, in streaming sui propri device (computer, tablet, smartphone, smart tv) o presso amici e familiari. Nell’ultimo anno si stimano oltre 22 milioni di atti di pirateria sportiva, soprattutto di eventi calcistici, seguiti da Formula 1 e MotoGP, e circa 5,3 milioni di fruizioni perse. Quale è il risvolto della medaglia? I mancati incassi per l’industria audiovisiva italiana, a causa della pirateria, toccano nel 2018 i 600 milioni di euro con quasi 6 mila posti di lavoro a rischio. L’impatto del fenomeno illecito sui conti del Sistema Italia viene stimato sugli 1,08 miliardi di euro, in termini di mancato fatturato per i vari settori economici italiani coinvolti. A quota 455 milioni di euro si attesta poi il danno stimato per l’economia italiana in termini di Pil. Mentre sono pari a 203 milioni di euro i mancati introiti fi scali.

Commenti
    Tags:
    pirateria digitalepirateria televisivaeventi sportivi pirateriastreaming pirata
    in evidenza
    JENNIFER LOPEZ NUDA COSI' LANCIA BAILA CONMIGO

    Le foto delle vip

    JENNIFER LOPEZ NUDA
    COSI' LANCIA BAILA CONMIGO

    in vetrina
    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot, comunicati i prezzi della gamma Plug-in Hybrid SUV 3008 e Nuova 508

    Peugeot, comunicati i prezzi della gamma Plug-in Hybrid SUV 3008 e Nuova 508


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.