A- A+
MediaTech
Rai, Giorgino in pole per il Tg1. La Lega difende il duo Foa-De Santis

 

Convocato per martedì l’ufficio di Presidenza integrato della Commissione di Vigilanza Rai per la programmazione dei lavori. La plenaria della Commissione, invece, è convocata per mercoledì 19 alle 8,30 per il seguito dell’esame delle risoluzioni sul doppio incarico del presidente della Rai Marcello Foa, che ricopre lo stesso incarico anche a Rai com. E stavolta, si legge su www.spraynews.it, sarebbe pure probabile, se si trova l’accordo nella maggioranza, che si arrivi al voto sulla questione. Per giovedì 20, invece, la Vigilanza è di nuovo convocata per le audizioni dei vertici di Usigrai e Fnsi sul piano industriale della Rai. Dunque in agenda tutti temi caldi ai quali fa da inevitabile corollario lo scontro, senza esclusione di colpi, fra l’amministratore delegato, Fabrizio Salini, e il direttore di Rai Uno, Teresa De Santis, incentrato sulle scelte, alquanto discutibili, dei nuovi conduttori.  

Rai Uno, nonostante le difficoltà di ascolto, rischia di perdere ulteriore terreno con i volti scelti dalla direttora, indicata dalla Lega e osteggiata dai 5 Stelle. In consiglio di amministrazione, prima della presentazione dei palinsesti autunnali, il tema del dibattito sarà lei. E dalle scelte di Salini si capirà molto di quale sarà il futuro della rete. E lo stesso ragionamento vale per il presidente Foa. La commissione di Vigilanza Rai, dopo mesi di sbandamenti, deve esprimersi sull’incompatibilità di Marcello Foa, presidente della Rai e pure di RaiCom, la controllata di viale Mazzini che si occupa di distribuire i prodotti della tv di Stato all' estero. Come al solito, i gialloverdi sul punto sono divisi: la Lega è dell’idea che non esista un divieto al doppio incarico, tanto più che Foa ha rinunciato al secondo stipendio. I Cinque Stelle - così come il Pd - sono del parere opposto, convinti si tratti di un “eclatante conflitto di interessi tra controllore e controllato”, per dirla con Primo Di Nicola, il senatore 5 Stelle vicepresidente della Vigilanza, che più si è speso perché le due poltrone tornassero a dividersi. Infine la questione del Tg1. L’attuale direttore, Giuseppe Carboni, vicino ai 5 Stelle, sta creando più di un problema all’azienda visto che la redazione è in rivolta e i dati non sono proprio dei migliori. Da qui l’idea di un avvicendamento prima che i danni diventino una catastrofe. Nei corridoi di Saxa Rubra si parla di un possibile cambio con Francesco Giorgino, pronto a rilanciare la testata. E sarebbe anche un modo per calmare la redazione.

Commenti
    Tags:
    rai giorgino
    Loading...
    in evidenza
    Caos Salah-Alessandra Ambrosio "Atti osceni in luogo pubblico"

    Egitto, scoppia la polemica

    Caos Salah-Alessandra Ambrosio
    "Atti osceni in luogo pubblico"

    i più visti
    in vetrina
    Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO

    Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Leasys presenta CarCloud, il primo abbonamento alla mobilità

    Leasys presenta CarCloud, il primo abbonamento alla mobilità


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.