I Hate Milano

di Mister Milano

A- A+
I Hate Milano
La Stefania e la Giuseppina. Le elezioni viste da I Hate Milano
Una domanda si aggira per Milano: ma tra la Stefania o la Giuseppina c’è una differenza sostanziale o sono davvero così simili come sembra?
 
Effettivamente, rispondere è difficile. Le signore si assomigliano eccome. Entrambe di buona famiglia, attente al look e alla messa in piega, capita di incontrarle al sabato mattina dai migliori coiffeur milanesi dove la Giuseppina si fa sempre dipingere le unghie di rosso mentre la Stefania si è fissata con la tinta verde che secondo lei la fa sembrare più aggressiva.
 
Hanno tutte e due un matrimonio finito alle spalle: con l’Alberto e il Letizio, di cui per anni sono state affettuose consorti. Certo le due storie non sono finite nello stesso modo: gentile l’addio della Stefania con l’Alberto, infatti ad unirli c’è ancora una tenera amicizia; burrascoso quello tra Giuseppina e Letizio, il quale - dicono i ben informati - sostiene che la Giuseppina in realtà lo tradiva a sua insaputa da tempo.
 
Ma la situazione è resa ancora più complicata dal fatto che le due dame non solo si assomigliano ma dicono pure le stesse cose. Entrambe hanno cercato di sedurci promettendo un città dove - a dar retta a loro -  al lavoro si andrà in gondola sul Naviglio riaperto, sono bandite le emissioni (persino quelle corporali), ci sono così tante linee della metropolitana che ognuno ha la propria fermata in salotto, i giovani sono sommersi di opportunità al punto che i datori di lavoro vengono denunciati per stalking. Insomma, nella città promessa da Stefania e Giuseppina ci si vorrà talmente tanto bene che il Comune al posto dei bagni chimici dovrà installare delle cabine rosa dentro cui fare all’amore.
 
Ma si sa come vanno queste cose: promesse, promesse, solo promesse. Ma all’atto pratico? Così, seguendo l’indicazione di quel noto seduttore di Kierkegaard - autore dell’omonimo manuale - abbiamo abbracciato il criterio che per giudicare una signora bisogna giudicare in primis, le amicizie. Come diceva il filosofo esistenzialista, con l’andare del tempo sono le amicizie della nostra compagna a condizionare pesantemente le nostre giornate, una volta che la passione a mano a mano si consuma.
E qui il discorso cambia.
 
Già, perché la Stefania gira con certa gente che ci vergogniamo un po’ per lei. E infatti pure lei se ne vergogna, come ha candidamente ammesso l’altro ieri. Del resto come fare a darle torto? Avete visto i manifesti delle sue amiche? Ma un po’ di contegno, che diamine, siamo pur sempre nella capitale Morale d’Italia! E allora uno si chiede: ma Stefy, ma se ti vergogni di queste cattive compagnie, perchè ti ostini a frequentarle? Mettiamo che io decido di darlo a te: poi tu ti presenti in tinello con quel tizio che nel 2016 dice che si stava meglio nel 1921? 
 
Non che - sia chiaro - la Giuseppina abbia amiche che adoriamo. Qualcuna ci ispira simpatia da sempre (la Giuliana, ma solo quando si presenta senza quel piombo del Cinzio, suo marito) qualcun’altra è una nostra vecchia conoscenza (la Pierfrancy, con cui abbiamo avuto un flirt fugace, prima che iniziasse a lavorare dal kebabbaro di piazza Lodi e raddoppiasse di dimensioni) ma in generale, non è che con le amiche della Giuseppina andremmo in vacanza a Camogli (pensate due settimane a Camogli in compagnia della Gaddessa! Roba da spararsi alla tempia!).
 
Però, non possiamo negarlo, tra i due giri di amicizie non c’è paragone: le amiche di Stefania nel nostro tinello non potremmo mai farle entrare. Quindi, per rispondere alla domanda di apertura, spiace per la Stefy, che davvero ce la mette tutta, ma le sue amicizie la rendono molto, molto diversa dalla Giuseppina. Se ne facciano una ragione tutti quelli che ancora devono decidere a chi darlo (il voto!).
Tags:
elezioni milanoi hate milano

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Governo, Salvini ad Affari: "Io penso a elezioni anticipate? Balle spaziali!"
di Angelo Maria Perrino
Pd, Minniti e la sua sinistra per i deboli. Non dimentichi la lotta all'Ue
di Di Diego Fusaro
Collo e décolleté: tutti i segreti per contrastare i segni del tempo
di Simone Michelucci

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.