Milleproroghe, Sala contro il Pd: "Un errore votare quell'emendamento" - Affaritaliani.it
A- A+
Milano
Milleproroghe, Sala contro il Pd: "Un errore votare quell'emendamento"
Beppe Sala

Milleproroghe, Sala: "Il Pd ha sbagliato a votarlo"

Un emendamento che non è piaciuto nemmeno un po' all'amministrazione democratica di Milano, criticato dall'assessore Pierfrancesco Maran, prima che si scoprisse che era passato anche con i voti favorevoli dei parlamentari Pd. Poi il rilancio della Città Metropolitana di Milano, che va avanti sui lavori nelle periferie, ma anche la dura presa di posizione di Beppe Sala che conferma la tensione col partito a livello nazionale.

"Se il Pd ha votato il Decreto Milleproroghe, che ha rinviato al 2020 i finanziamenti per il Piano Periferie, evidentemente hanno fatto un errore - ha detto il sindaco di Milano a margine di una visita alle case popolari gestite da MM in via Palmanova 59 - È forse uno dei casi in cui posso dire che in origine Matteo Renzi aveva fatto una cosa giusta. Nasceva da una profonda volontà di Renzi e del Pd. Non so perché sia successo questo".

Il sindaco ha aggiunto: "Vediamo se c'è ancora da rimediare. Io mi auguro che l'Anci, come sta facendo, si faccia sentire non solo con comunicati stampa, ma valuteremo se si possono fare dei ricorsi e qual è la via, perché come me ci sono tanti altri sindaci che si sono spesi con i cittadini".

"Molti sindaci ci hanno messo la faccia - ha proseguito Sala - noi, al quartiere Adriano, abbiamo fatto una promessa, tutti quanti. E ora dobbiamo mantenerla. Troveremo la soluzione per andare avanti comunque. Certo è che, andando avanti lì (sul quartiere Adriano) rischiamo di penalizzare progetti da un'altra parte" ha aggiunto sottolineando come si trattasse di "un investimento di 33 milioni, in cui noi come Comune ne metteremmo 15 e il governo 18. Ora stiamo cercando di capire cosa fare, avendo promesso agli abitanti di finire tutto nel 2021. È possibile che noi anticipando la somma riusciamo a non perdere molto tempo, però non si sa e soprattutto quando si interrompe il processo di progettazione diventa sempre un problema".

A fare passi indietro sugli impegni presi, comunque, non ci pensa nemmeno: "Magari ce la facciamo ugualmente, pur con qualche ritardo, perché ci abbiamo messo la faccia e abbiamo promesso agli abitanti del quartiere Adriano di finire entro il 2021 - ha aggiunto - però è sbagliato il principio: questi fondi erano stati verificati e certificati dalla Corte dei conti ed è logico che li sentissero come loro, e per questo stiamo facendo questa battaglia". Secondo Sala, infatti, "bisogna andare oltre Adriano e affrontare altre questioni, basta girare per la città e si capisce quante sono le questioni aperte, è questo il motivo che ci lascia molte perplessità. Ma anche il PD ha votato il Milleproroghe, gli è stato fatto notare".

 

Tags:
mille prorogheperiferieemendamento periferie milleproroghebeppe sala milleproroghe


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Baratto amministrativo: pagare le tasse con proprio lavoro. Ecco come funziona
di Alberto De Franceschi
Centauro, il robot che interviene nelle situazioni di emergenza
di Maurizio Garbati
Crollo di Genova: incredibile, sconcertante assenza dei quotidiani in edicola
di Angelo Maria Perrino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.