Roma, 16 ago. (AdnKronos) - "Nuove assunzioni, più formazione, aumenti delle retribuzioni e della possibilità di fare carriera all'interno dell'amministrazione. Ecco i provvedimenti 'a rischio', al Ministero per i beni e attività culturali a causa della crisi voluta dalla Lega", lo scrive il titolare del Mibac Alberto Bonisoli su Facebook, a corredo di una dichiarazione dove entra nel merito dei possibili effetti della crisi sull'operato del suo ministero."C'è una cosa che mi da un po' fastidio di quello che sta succedendo in questi ultimi giorni e cioè che la Lega abbia ritirato il sostegno a questo governo adducendo il pretesto che tanto noi non avremmo più prodotto atti di amministrazione, che eravamo impantanati in un 'no' perenne e quant'altro, questo non è vero - scandisce Bonisoli nel video - non solo non è mai accaduto ma non sarebbe nemmeno accaduto perché noi anzi abbiamo pronta tutta una serie di atti, di provvedimenti, di iniziative". "Ad esempio nel caso di questo ministero, con un investimento importante nel personale di questo ministero che si sarebbe dovuto realizzare nelle prossime settimane e che a questo punto è a rischio. Nel concreto - specifica Bonisoli - noi abbiamo pronto un concorso ad ottobre per circa tremila persone, un concorso per ventotto dirigenti sempre ad ottobre, mille assunzioni di funzionari a dicembre e duecentocinquanta persone che dovrebbero transitare dai centri per l'impiego a questo ministero". "Queste iniziative in un nuovo governo sarebbero a rischio, ma non solo: nella Finanziaria noi avevamo già pronte alcune norme che riguardano specificatamente l'investimento nel personale di questo ministero - entra nel dettaglio il titolare del Mibac - trenta dirigenti di seconda fascia in più a partire dal 2020; l'incremento del Fondo delle risorse decentrate, l'ex Fua, utilizzando il cinque per cento dei ricavi di tutti i musei statali che a questo punto andrebbero a beneficio di tutti i dipendenti del ministero. Stiamo parlando di un investimento di più di dieci milioni di euro". "La maggiorazione dell'indennità di amministrazione per questo ministero, che è la più bassa per tutta la Pubblica amministrazione. L'aumento dell'indennità di amministrazione per i dipendenti del ministero dei Beni e delle Attività Culturali che verrebbe equiparata a quella del ministero della Giustizia - aggiunge Bonisoli - Alcune risorse da investire per la formazione del personale ed infine la progressione verticale di carriera dalla seconda alla terza area con lo scorrimento totale delle graduatorie degli idonei del 2010, sono il resto dei funzionari cui non siamo riusciti a dare una risposta l'anno scorso". "Tutte queste iniziative, volte alla soluzione dei problemi di questo ministero, con un nuovo governo o con quello che accadrà sono a rischio e questo è un danno per il Paese, per il ministero e per la cultura italiana", conclude Bonisoli.

in evidenza
Sanremo Young va in pensione Cancellato il talent della Clerici

Rai

Sanremo Young va in pensione
Cancellato il talent della Clerici

in vetrina
BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

motori
Transit connect, il leggero di casa Ford è un concentrato di tecnologia

Transit connect, il leggero di casa Ford è un concentrato di tecnologia

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
3A Sport. Execus ottimizza le dinamiche Linkedin e la comunicazione sui social
di Paolo Brambilla - Trendiest
Mussolini ha fatto più di tutti per gli operai. A colloquio con Franco Loi
di Angelo Maria Perrino
Mussolini ha fatto più di tutti per gli operai. A colloquio con Franco Loi

I sondaggi di AI

Ipotesi elezioni politiche a fine marzo. Chi voteresti?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.