A- A+
Politica
Governo M5S-Lega senza maggioranza al Senato. Ora trema il governo M5S-Lega

'Houston, abbiamo un problema'. E' allarme a Palazzo Chigi dopo la due giorni di votazioni a Palazzo Madama. Il salvataggio del ministro dell'Interno Matteo Salvini sul caso Diciotti e il no alle mozioni di sfiducia al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli hanno evidenziato in modo plastico e inequivocabile che l'alleanza 5 Stelle-Lega al Senato non ha più la maggioranza assoluta dei componenti dell'Aula, fissata a quota 161 considerando anche i senatori a vita. Sul caso Diciotti i voti a favore del leader del Carroccio da parte della sola maggioranza (senza quindi considerare il soccorso di Forza Italia e di Fratelli d'Italia) sono stati 153. Otto in meno. La mozione di sfiducia presentata dal Pd contro Toninelli è stata respinta con 159 voti. Due in meno. La mozione di sfiducia di Forza Italia è stata bocciata con 157 voti. Quattro in meno. E non a caso il capogruppo dem a Palazzo Madama Andrea Marcucci ha immediatamente messo il dito nella piaga: "Il governo non ha più la maggioranza in Senato. Il voto su Toninelli conferma questa nuova realtà. Salvini e cinque senatori leghisti non difendono il ministro 5 stelle, così come ieri sei senatori, più tre contrari, 5 Stelle non hanno partecipato al voto su Salvini. A questo punto chiediamo al presidente Conte di venire a verificare i numeri a disposizione del governo". L'azzurro Maurizio Gasparri ha rincarato la dose su Twitter: "159 voti a favore di #Toninelli. Per il secondo giorno consecutivo l'asse Lega-grillini non ha la maggioranza assoluta al Senato. Meditate gente, meditate...".

Non si tratta di propaganda, ma è la pura verità. Sul caso Diciotti sono state tre le senatrici pentastellate che hanno votato contro (Virginia La Mura, Elena Fattori e Paola Nugnes) mentre sei grillini non si sono presentati in Aula. Oggi, su Toninelli, Salvini e cinque senatori leghisti hanno dato forfait. L'assenza del ministro dell'Interno a Palazzo Madama, dopo aver incassato il no al processo sulla Diciotti, è stato letto come uno schiaffo a Di Maio anche se lo stesso leader leghista ha minimizzato: "Il voto su Toninelli è andato come doveva andare. Tutto bene. Le assenze della Lega? Non hanno alcun valore politico, ma figuriamoci...".

Ovvio che il governo non cade oggi, visto che le opposizioni sono divise e si muovono in ordine sparso (ad esempio sulla mozione di sfiducia al ministro delle Infrastrutture Liberi e Uguali si è astenuta in chiave anti-Tav e Fratelli d'Italia ha votato a favore solo alla mozione di Forza Italia astenendosi però su quella del Pd), ma è del tutto evidente che per l'esecutivo giallo-blu è un campanello d'allarme e un indubbio segnale di debolezza. E' vero che spesso sui provvedimenti targati Lega, come la legittima difesa, interviene il soccorso del Centrodestra (più Fratelli d'Italia che Forza Italia), però ciò non accade quasi mai su quelli dei 5 Stelle (salvo oggi che hanno avuto l'aiuto della sparuta pattuglia di LeU). Resta il fatto che politicamente rimanere sotto quota 161 al Senato è un indubbio segnale di debolezza che espone il governo e la maggioranza a un Vietnam parlamentare molto pericoloso. Bastano due o tre dissidenti, qualche malato e l'esecutivo 5 Stelle-Lega rischia. A Palazzo Chigi non hanno dubbi, 'Houston, abbiamo un problema'.
 

Commenti
    Tags:
    governo senato numerigoverno lega m5s rischiagoverno maggioranza trema
    in evidenza
    Vale Rossi, topless della fidanzata Francesca, le foto spettacolari

    GOSSIP E GALLERY VIP

    Vale Rossi, topless della fidanzata
    Francesca, le foto spettacolari

    i più visti
    in vetrina
    Faceapp, l'app che invecchia è virale. Ecco i vip con 30 anni in più. FOTO

    Faceapp, l'app che invecchia è virale. Ecco i vip con 30 anni in più. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Land Rover consegna 30 Discovery alla Polizia di Stato

    Land Rover consegna 30 Discovery alla Polizia di Stato


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.