A- A+
Politica
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa rinnova la Commissione Via-Vas

Spesso l’opposizione dice che il governo del cambiamento giallo-verde non cambia nulla e la parola “cambiamento” viene utilizzata in modo ironico sui social e sui media.

In realtà le cose non stanno così e basta guardare quanto fatto finora per rendersene conto.

Il programma si sta perseguendo con tenacia e determinazione.

In campo ambientale, ad esempio, c’è un grande cambiamento rispetto al passato.

La vecchia Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale, Via/Vas, se ne va dopo essere stata nominata addirittura 10 anni fa dall’allora ministro Stefania Prestigiacomo. Doveva durare tre soli anni.

La Via/Vas non è molto nota al grande pubblico ma è assolutamente fondamentale per gestire le opere e le infrastrutture strategiche nel nostro Paese. È proprio il suo parere infatti che permette poi di realizzarle o meno.

I ministri che si sono susseguiti hanno prorogato i termini e il ministro Galletti, l’ultimo, dopo aver atteso molto tempo ha fatto un paio di nomine bocciate dalla Corte dei Conti.

Un mese fa il ministro Costa ci aveva ribadito in una intervista la sua determinazione per la nuova Commissione:

http://www.affaritaliani.it/politica/sergio-costa-ministro-dell-ambiente-ad-affari-tap-ho-chiesto-verifiche-564614.html

ed è stato di parola, oltre che velocissimo.

Il ministro Costa è stato voluto fortemente da Luigi Di Maio e i Cinque Stelle stessi, quando erano all’opposizione nella legislatura precedente, furono gli unici a protestare per quello che stava succedendo con le nomine per la nuova Commissione Via:

http://www.movimento5stelle.it/parlamento/ambiente/2016/12/commissione-via-il-ministro-chiarisca-subito.html

L’altro ieri il ministro ha reso noto i requisiti che i nuovi membri dovranno avere. Sono richieste alte professionalità specifiche (tra cui la laurea), niente condanne (anche non passate in giudicato) o rinvii a giudizio sulla Pubblica Amministrazione o su reati ambientali.

Un taglio netto con i criteri utilizzati nel passato.

La suddivisione sarà: 25 esperti in ambito ambientale, 4 in ambito economico, 8 in ambito giuridico e 3 nell’ambito della salute (novità) e sarà anche costituito un “comitato istruttorio” che valuterà le “manifestazione di interesse” corredata da Cv dei candidati.

Se non è un cambiamento questo non si vede proprio cos’altro potrebbe esserlo.

Commenti
    Tags:
    sergio costacommissione viaambientegoverno giallo-verdegian luca galletticinque stelle
    in evidenza
    Io nero voto la Lega di Salvini L'auting del padre di Moise Kean

    Politica

    Io nero voto la Lega di Salvini
    L'auting del padre di Moise Kean

    i più visti
    in vetrina
    Isola dei famosi 2019 finale: Marina La Rosa, Maddaloni e.. I VERDETTI. Isola dei famosi 2019 news

    Isola dei famosi 2019 finale: Marina La Rosa, Maddaloni e.. I VERDETTI. Isola dei famosi 2019 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari P80/C one-off progettata per rimanere unica

    Ferrari P80/C one-off progettata per rimanere unica


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.