A- A+
PugliaItalia
Taranta, grande ma a rischio. Come il Salento

di Angelo Maria Perrino

Folla tanta, come sempre. Entusiasmo, coinvolgimento e partecipazione alle stelle. Balli e canti fino a notte inoltrata. Un grande raduno giovanile, una grande festa popolare di canti e di balli. Ma per chi segue l'evento da tanti anni, chi ne conosce la storia e l'evoluzione, chi non si ferma al colore, che noia questa Notte della Taranta. Il rito agostano nello splendido tacco d'Italia ha perso per strada metodo e rigore. Ha smarrito il suo senso, la direzione di marcia, l'identita'.

Che cos'e' ora questa festa di strada? Etnologia? O meglio etnomusicologia? O tentativi malriusciti di show business? E' il dilemma che attanaglia dentro, nel non detto, un Grande evento che nasconde dietro l'esibizione muscolare dei numeri la propria narcolessia.

Non stupisce percio' che gli artisti locali dell'Ensemble ripetano come un rito stanco i loro brani e le loro liturgie, con un Castrignano' generosissimo e appassionato come sempre che pero' non puo' risolvere la crisi di crescita progettuale urlando sempre piu' e aggiungendo nel suo gruppo musicale fiati e cornamuse come fosse Bregovic, il cui passaggio soliplistico e opportunistico da Melpignano due anni fa, dopo gli anni musicalmente sublimi della direzione Einaudi, ha dato il via allo smarrimento salentino.

Non stupisce che un genio canoro come Enza Pagliara esegua smarrita i suoi cori su un palco pensato piu' per i volteggi di danza che per i gorgheggi o i virtuosismi di tamburelli e violini (e che fine ha fatto il bravo violinista Durante, che era stato promosso sul campo leader del gruppo e assistente del dittore Einaudi?).

E non stupisce che, tra selfie e sorsate di vino (perche' non vietarne la vendita nelle stradine intorno a bottiglioni di plastica per ragazzi che lo bevono come Coca Cola facendosi del male?) gli unici fremiti di uno spettacolo piatto e ripetitivo arrivino, in una logica da star system e festival di Sanremo, dal vecchio Vecchioni che fa Samarcanda in grico e strappa la curiosita' e l'applauso. O dall'ex cantante dei Matia Bazar Antonella Ruggiero, che ha provato a convertirsi, ma mica tanto, alla lingua irsuta e sibilante delle campagne salentine.

Aveva forse ragione Sergio Blasi un paio d'anni fa quando disse, davanti ai primi segni della crisi, che sarebbe stato opportuno fermarsi un anno e riflettere sul significato e le strategie allo scopo di cercar di riprendere le fila di un bellissimo progetto culturale e politico che rischia di scappare di mano.

C'e' un anno di tempo per pensarci e per ripensare e ristrutturare l'evento. Che e' stato e resta la migliore metafora del Salento, nel bene e nel male. Assalito da milioni di turisti, il Salento costiero di localita' famose e prese d'assalto, come Gallipoli, Porto Cesareo e Otranto, confonde la quantita' con la qualita',si ingolfa di presenze andando in crisi coi servizi insufficienti, si specchia nei suoi numeri e nei suoi incassi e gioisce. Rischiando di bruciare in assenza di un modello di business e vittima del mordi e fuggi dei venti giorni d'agosto, l'occasione storica della sua affermazione e del suo riscatto che, se ben gestita, e' davvero a portata di mano. Forza Taranta,forza Salento (la mia terra adorata) forza Puglia.

Tags:
notte della taranta
Loading...
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
L'emergenza climatica? Forse una notizia del diavolo
di Ernesto Vergani
I ladri non sono tutti neri
di Mariella Colonna
Accordo Brexit: Belfast esce con l'UK rimanendo in una zona tariffaria unica
di Bepi Pezzulli
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.