A- A+
PugliaItalia
Province, Emiliano spegne i fuochi: “Presidenti di centrosinistra”

Bari - “Condivido le preoccupazioni di chi teme alleanze anomale in Puglia”, ammette Michele Emiliano via Twitter nel day after degli accordi sulle Province. Gli scossoni arrivati nelle ultime ore e le indiscrezioni su potenziali manovre baresi costringono il segretario dei democratici a prendere posizione: “Chiederò alla Direzione Regionale di candidare ovunque presidenti di centrosinistra”, conferma il Gladiatore, anticipando l’assemblea del 4 settembre chiamata a varare nomi e liste.

“Anche a Bari listone Pd-FI?”: il pasticciaccio bipartisan delle Province/ Addii e polemiche, Schittulli: “Sacrificati per marketing”

Nell’occhio del ciclone Taranto e Brindisi, nei cui centri l’ipotesi di listoni bicefali che tengano insieme azzurri e democratici ha innescato un pericoloso effetto domino. “In caso di normali elezioni i dirigenti del Pd e la loro taciturna segreteria regionale non arriverebbero a proporre  liste e coalizione con i sostenitori di Berlusconi. La “furbizia” consiste proprio nel fatto di elezioni anomale, affidate non ai cittadini ma ai sindaci e ai consiglieri comunali verso i quali evidentemente si pensa di avere argomenti più persuasivi”, hanno fatto le barricate i vendoliani, che proprio a Taranto schiererebbero il primo cittadino Ezio Stefàno, neppure poi troppo riconducibile al partito del Governatore ma potenziale catalizzatore dei non allineati. Ovvero scontenti e insoddisfatti del documento firmato dal numero uno provinciale Musillo col quale, di fatto, si apriva all’intesa con i forzisti che avrebbe portato il Sindaco di Massafra - Tamburrano -sulla poltrona di Gianni Florido. Con il beneplacito dell’ex assessore regionale al Bilancio, Michele Pelillo, e del suo attuale collega parlamentare, l’azzurro Chiarelli. Il pressing dem su Stefàno non è mancato ma è verosimile che la mossa dell’ex Sindaco di Bari possa rimescolare le carte ed indurre i contraenti a cambiare quantomeno il profilo della testa di serie. Sullo sfondo, le regionali del dopo Vendola, che potrebbero vedere tanto Tamburrano e il neo traghettato Mario Cito, quanto il piddino Mazzarano in pole per Via Capruzzi. Senza contare che tenterebbe volentieri la riconferma anche il martinese Pentassuglia.

Decaro a Schittulli: “Cammino comune per area metropolitana”/ Alleanze, a Lecce tandem Pd-Udc?/ Ferrarese: “Dimettiamoci tutti”

A minacciare l’accordo unitario bipartisan che a Brindisi dovrebbe affidare la presidenza al renziano Bruno ci sono già i centristi di Ncd, intenzionati a non farsi tagliare fuori dalla tenaglia Pd – FI, mentre non ci dovrebbero essere problemi a Lecce, dove regge l’intesa ampia tra dem, Udc e Sel, lasciando la fascia blu in quota ai democratici. La novità arriverebbe dall’altra parte di campo e starebbe tutta nel nome dell’inquilino di Palazzo Carafa, Paolo Perrone. Più in salita la strada a Foggia, per Francesco Miglio, il quale - oltre ad avere contro un big come il forzista Franco Landella - rischia di non avere accanto neppure vendoliani, Socialismo Dauno, Idv e Rifondazione Comunista, che lo bollano come “il candidato di Emiliano”. E non sembra un lasciapassare.

(a.bucci1@libero.it)

Foto: Fb, Luciano Anelli

Tags:
provinceemilianopresidenticentrosinistrafuochi
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Milano Vapore. Prosegue impegno su cultura e politica con convegno e concerto
di Paolo Brambilla - Trendiest
Il Tribunale annulla il pignoramento ma la banca non sblocca il conto.
di sotto: Avv. M. Sances e Avv. H. Pisanello
Intervista a Maria Grazia Calandrone. “Siamo un impasto di bene e di male”
di Ernesto Vergani
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.