A- A+
Roma
Droga, alcool e disturbi mentali. Nè lavoro né casa: Roma, la depressione

Disturbi mentali, droga, alcool, emergenza abitativa e gioco d'azzardo: la città di Roma chiede aiuto e le cifre allarmanti lo dimostrano

Nel Lazio, in particolare, sono 68.217 le persone affette da disturbo mentale trattate nel servizio sanitario pubblico secondo il rapporto 2017: "La povertà a Roma: un punto di vista" presentato dalla Caritas. Ma questa è solo la punta di un iceberg: a inizio 2017 risultano presi in carico a Roma dalle strutture pubbliche 6.785 utenti per uso di stupefacenti e quasi mille per l’alcol; l'emergenza abitativa che riguarda ben 30.000 famiglie, un crescente uso di stupefacenti e il gioco d'azzardo. Un quadro preoccupante perché non riguarda solo adulti e anziani, ma è in atto un trend crescente fra i giovanissimi, con un aumento dei casi di neuropsichiatria infantile cresciuto del 45% negli ultimi 5 anni come denuncia SINPIA, la Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, 

Come si può uscire da un quadro così allarmante e scoraggiante? Una risposta arriva dalla psicoterapeuta e life coach Alessandra Lancellotti, che il 5 luglio alle ore 17, presso la Casa delle Letterature a Roma tratterà il tema del “Cambiamente”. Un approccio per la società liquida – dove è difficile trovare valori e riferimenti definiti – per aiutare la persona e la comunità a trovare il giusto orientamento.

La Lancellotti, psicoterapeuta e life coach, recentemente insignita del primo Premio Città di Sarzana 2018, affronterà le tematiche del libro "Cambiamente" assieme al direttore Istituto della Paternità Maurizio Quilici e la Dirigente dell'Unità di Psichiatria San'Eugenio Angela Baldassarre. L'autrice sarà introdotta dall'economista Maione in quanto psicologia ed economia vanno a braccetto. 

Così commenta la psicoterapeuta: “Non è un caso che la povertà porti depressione, la disoccupazione porta angoscia. Il libro invita a cambiare il modo di guardare la realtà e le relazioni umane. Il libro invita le persone a darsi da fare per gli altri precondizione assoluta per essere felici. L'amore – i darsi da fare per gli altri, la gentilezza - infatti alza le difese umanitarie delle persone che sentendosi utili, si sentono più felici. Il paradosso di questo libro è che la generosità morale e mentale costa, ma guadagna. I 6 milioni di depressi in Italia, soprattuto donne, e il consumo crescente di psicofarmaci, raccontano di un'Italia infelice e incapace di darsi una vision”.

Tags:
drogaalcooldisturbi mentalidepressioneromalancellotticrisilavoro



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Buche a Roma, “chiamo esercito”. M5S: “Riscriviamo il testo”, la Lega tace

Buche a Roma, “chiamo esercito”. M5S: “Riscriviamo il testo”, la Lega tace

i più visti
i blog di affari
Dopo l’accordo di Bruxelles/ E ora portiamo il Cambiamento in Europa
di Angelo Maria Perrino
La gaffe di Fico? I politici imparino a scrivere
di Ernesto Vergani
Cresce l’Automotive per le aziende, il noleggio lungo termine è in testa alle
di Elena Vertignano

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.