A- A+
Roma
Rocca di Papa, esplosione nel palazzo del Comune: 16 feriti. Grave il sindaco

Una deflagrazione quasi fosse bomba ha scosso la tranquillità di Rocca di Papa dove questa mattina, per una fuga di gas, è esplosa una parte del palazzo del Comune. Tra i 16 feriti ci sono 3 bambini ed il sindaco Crestini, gravemente ustionato al volto ed alle braccia.

 

L'esplosione è avvenuta sotto all'edificio del Comune, in corso Costituente 26, intorno alle 11:40. Dopo il boato si è sviluppato anche un incendio. All'origine della deflagrazione ci sarebbe una fuga di gas, nella zona erano in corso dei lavori. Evacuata anche la scuola elementare e materna vicina. Sul posto i carabinieri di Rocca di Papa, della compagnia di Frascati e le squadre dei vigili del fuoco.

 

Alle ore 15.30 il bilancio complessivo dei feriti è di 16 feriti totali: di questi, 6 sono stati trattati sul posto dal personale dell’Ares 118 e non hanno avuto bisogno di trasporto in ospedale. I restanti 10 feriti sono stati trasportati o sono giunti con mezzi privati presso gli ospedali di Frascati, il Policlinico Tor Vergata e il Bambino Gesù. Sono in totale 3, e tra loro c'è il sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, i feriti che successivamente sono stati trasportati al Centro Grandi Ustioni del Sant’Eugenio. Al primo cittadino sono state riscontrate gravi ustioni al volto ed alle braccia.

Dal primo bollettino medico diramato dall'ospedale pediatrico Bambin Gesù, la bambina di circa 5 anni arrivata alle ore 13, è attualmente “in condizioni stazionarie con un severo trauma facciale e cranico”. Per la tipologia dell’evento traumatico e delle lesioni, la paziente è ricoverata in Area Rossa in prognosi riservata.

Esplosione Rocca di Papa, D’Amato: "Attivato posto di comando avanzato"

“I soccorsi sono stati immediatamente attivati con 2 elicotteri, 4 ambulanze e 2 automediche dell’Ares 118 operativi. E’ stato inoltre istituito da Ares un Posto di comando avanzato in stretto contatto con i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. I soccorsi sanitari sono coordinati direttamente dalla centrale operativa del Ares 118. Stiamo seguendo costantemente l’evolversi della situazione in merito all’esplosione che ha coinvolto questa mattina la sede del Municipio di Rocca di Papa. Sono state istituite le procedure per il Piano massiccio afflusso dei feriti negli ospedali”. Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Esplosione Rocca di Papa, Italgas: "Fuga di gas per danni a tubo da altra azienda"

"Dai primi rilevamenti è stato possibile accertare che la dispersione di gas, da cui ha avuto origine l'esplosione, è stata provocata dal danneggiamento di una tubazione da parte di un'azienda terza, estranea a Italgas, che stava effettuando rilevazioni sul sottosuolo davanti al Comune. Inoltre, nel primo pomeriggio Italgas ha messo in sicurezza tutta l'area interessata dall'esplosione, interrompendo l'erogazione del servizio ed eliminando qualsiasi possibilità di ulteriore fuoriuscita dalle condotte danneggiate". Lo sottolinea in una nota un portavoce di Italgas.

 

 

Commenti
    Tags:
    esplosionebombapalazzorocca di papafuga di gas




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    La guerra dei glutei, giornali e politica speculano sull'immagine della donna

    La guerra dei glutei, giornali e politica speculano sull'immagine della donna

    i più visti
    i blog di affari
    Easy4.0: nuovi modi di vivere la casa
    di Francesco Palumbo
    Dallo sketch all'approfondimento. I miracolati della televisione italiana
    di Maurizio de Caro
    Che fine hanno fatto le giubbe gialle in Francia?
    di Diego Fusaro

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.