Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Serie A, Napoli-Benevento 6-0. Milan, Kalinic strende l'Udinese

Milan, Kalinic stende l'Udinese. Montella: "Dedicata ad Andrea Conti e..."

Serie A, Napoli-Benevento 6-0. Milan, Kalinic strende l'Udinese

Risultati della quarta giornata del campionato italiano di calcio di serie A A Verona: a Crotone: Crotone-Inter 0-2 (ieri) A Firenze: Fiorentina-Bologna 2-1 (ieri) A Milano: Milan-Udinese 2-1 A Napoli: Napoli-Benevento 6-0 A Roma: Roma-Verona 3-0 (ieri) A Reggio Emilia: Sassuolo-Juve 1-3 A Ferrara: Spal-Cagliari 0-2 A Torino: Torino-Sampdoria 2-2

kalinic
Milan, Kalinic stende l'Udinese. Montella: "Dedicata ad Andrea Conti e..."


SERIE A, GOLEADA NAPOLI NEL DERBY COL BENEVENTO

Gioco, partita, incontro. Il Napoli travolge con il punteggio tennistico di 6-0 il Benevento nel derby campano andato di scena allo stadio San Paolo. Ad aprire le marcature è Allan al terzo minuto bravo alla deviazione sotto porta dopo una respinta del portiere su tiro di Mertens. Al 14' arriva il raddoppio di Insigne che riceve palla al limite dell'area, si gira e beffa il portiere del Benevento sul secondo palo. Alla festa azzurra prende parte anche Mertens, il belga al 27' in acrobazia devia in rete un cross di Insigne. Poco dopo la mezz'ora arriva il poker del Napoli, è Callejon dall'altezza del dischetto a infilare Belec. Allo scadere il numero uno giallorosso si supera e con un colpo di reni toglie la gioia del gol ad Hamsik. Al 65' la manita è servita, Mertens realizza con freddezza un rigore concesso dall'arbitro Irrati per fallo su Giaccherini. Il definitivo 6-0 allo scadere. Letizia atterra Ounas e dagli 11 metri si incarica del penalty Mertens che non sbaglia e firma la sua personale tripletta.

Napoli, Sarri: Mertens? Animale assetato di gol, giusto sfamarlo

"L'episodio del rigore? Mertens è il rigorista, con Jorginho in seconda battuta. Giusto che a tirarlo sia stato Dires, un animale assetato di gol che va giustamente sfamato", così Maurizio Sarri nella consueta conferenza stampa post-partita di Napoli-Benevento 6-0. "Volevo far tirare il secondo rigore ad Hamsik, ma pensavo che fosse ad un solo gol dal record e non tre, quindi è giusto che lo abbia tirato Mertens", ha ribadito il tecnico toscano.

Napoli, Sarri: Turnover? Oggi volevo risposta forte da questi 11

"Sono contento della prestazione, oggi volevo una risposta forte da questi giocatori". Così Maurizio Sarri nella consueta conferenza stampa post-partita di Napoli-Benevento 6-0. "I ragazzi mi hanno dato una grande prova di forza, sono molto contento anche di aver fatto risparmiare alcuni minuti a gente come Insigne, Callejon e Allan, giocatori fondamentali nei nostri schemi. Ounas? Ha grandi potenzialità, ma deve crescere tatticamente. Ghoulam? E' in un momento straordinario, sia fisico che mentale. So che la società è in trattative per il rinnovo, ma se gioca così lo terrei sempre a scadenza...", ha sorriso il tecnico toscano.

Sassuolo-Juventus 1-3

Strepitoso Dybala, con tre gol uno piu' bello dell'altro, e la Juve riprende il suo cammino vincente in campionato, dimenticando le amarezze di Champions e raggiungendo l'Inter in testa a punteggio pieno. Contro un Sassuolo non troppo all'altezza, il fuoriclasse argentino ha valorizzato il dominio bianconero con una tripletta che gli consente, alla centesima gara con la Juve, di portare a 8 reti il proprio bottino personale in campionato (piu' le 2 in Supercoppa) dopo appena quattro giornate. Numeri da capogiro che fanno dimenticare la critica post Barcellona. E quando Allegri lo ha richiamato in panchina nei minuti finali, tutto il Mapei Stadium si e' alzato in piedi tributandogli una meritata standing ovation. In ombra Higuain: Allegri si aspettava un suo ritorno al gol, ma la prestazione non e' stata delle migliori, a testimonianza di una condizione abbastanza precaria All'inizio il tecnico bianconero ritrova Chiellini in difesa nel 4-2-3-1, Cuadrado vince il ballottaggio con Bernardeschi, Dybala spazia alle spalle di Higuain, con Mandzukic largo a sinistra. Bucchi conferma il 3-5-2, fiducia al giovane Adjapong, in attacco dopo il forfait di Berardi, giocano Politano e Falcinelli. Partenza decisa della Juve che nei primi dieci minuti colleziona almeno tre palle gol schiacciando subito ll Sassuolo nella propria meta' campo. Al 4' Cuadrado serve nel cuore dell'area Pjanic la cui conclusione viene deviata da Consigli. Al 7' Matuidi raccoglie una corta respinta della difesa di casa ma calcia sul fondo. Al 10' l'opportunita' piu' ghiotta: sul cross di Alex Sandro, Higuain si ritrova la palla sui piedi nell'area piccola, ma il suo tiro e' debole e centrale, favorendo l'intervento dell'attento Consigli. La Juve, in completa tenuta gialla, ha fretta di mettere in chiaro le cose, anche perche' il Sassuolo, a parte una azione di alleggerimento completata da un tiro di Sensi, puo' agire solo di rimessa. Il gol e' nell'aria e arriva puntuale al 16': Mandzukic mette in movimento Dybala il quale da fuori area, lasciato solo, inventa un sinistro sul quale nulla puo' Consigli. Vantaggio legittimo, la Juve rallenta la sua pressione, mantenendo comunque il costante controllo della situazione con un possesso palla che crea imbarazzo al Sassuolo. Nessun sussulto fino all'intervallo fatta eccezione un nuovo tentativo, fallito, da parte d Higuain che al 32'calcia abbonamento fuori. La squadra di Bucchi prende un po' coraggio, Politano da fuori prova a spaventare Buffon e poco dopo non arriva su pallone scodellato dalla destra da parte di Lirola. Inizio di ripresa vivace: dopo una manciata di minuti la Juve raddoppia. Cuadrado serve Dybala che beffa Consigli con un tiro felpato sul primi palo. Altra prodezza dell'argentino che guadagna gli applausi del Mapei Stadium. Ma il Sassuolo non ci sta e riesce a tenere aperta la partita per qualche minuto. Incertezza difensiva dei bianconeri,la palla stazione nell'area piccolo e l'ultimo tocco e' di Politano che accorcia le distanze. La Juve non vuole correre rischi e riprende il comando del gioco. E ci pensa sempre lui a fare a differenza: Dybala accerchiato da tre uomini conquista una punizione (fallo di Magnanell) quasi dal limite. E da quel posizione l'asso bianconero non sbaglia: tiro a giro di sinistra e Consigli puo' solo ammirare la prodezza balistica dell'avversario. La partita di fatto finisce qui. La Juve torna di nuovo a volare, per il Sassuolo terza sconfitta stagionale, ma non era questa la partita dove conquistare preziosi punti salvezza.


In Vetrina

Grande Fratello Vip 2 sesso. Di nuovo sesso al GF VIP 2. Cecilia e Ignazio...

In evidenza

Il fatto della settimana Gigi Buffon visto dall'artista
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Tesla Semi: debutta il camion elettrico