A- A+
Affari Europei

La Commissione europea ha accettato di mediare nella disputa tra le autorita' di Panama e il consorzio Gucp delle tre imprese europee, tra cui l'italiana Impregilo, sui lavori di allargamento del canale di Panama. Lo ha annunciato il vicepresidente della Commissione responsabile dell'Industria Antonio Tajani, spiegando che l'Ue ha accettato la richiesta di mediazione avanzata dal consorzio, di cui fanno parte anche la compagnia spagnola Sacyr e la belga Jan de Nul. Il contenzioso con il governo di Panama City riguarda i costi extra dell'opera, chiesti dal consorzio, pari a 1,6 miliardi di dollari. "Una rottura su un'opera in stato cosi' avanzato non interessa a nessuno", ha spiegato Tajani. Ma e' corsa contro il tempo alla ricerca di un'intesa entro domani sera: martedi' scatterebbe la sospensione dei lavori.

Grazie alla mediazione del vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani, le tre societa' impegnate nei lavori per l'allargamento del canale di Panama (Impregilo, Sacyr e Jan de Nul) non hanno interrotto l'attivita' come avevano minacciato con un ultimatum al governo panamense, che non accetta un aumento del budget per i lavori. Lo ha detto il portavoce Olivier Bailly, parlando di un "primo risultato concreto" della mediazione di Tajani: "fortunatamente le societa' hanno accettato la mediazione e continuano a lavorare finche' non si trovera' una soluzione ragionevole per tutti". Il vicepresidente, ha aggiunto "ha gia' incontrato le autorita' dei tre paesi coinvolti, ora prosegue la discussione con la Bei e nei prossimi giorni sara' in contatto con il governo di Panama".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
panamacanaleeuropa
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.