A- A+
Il buono, il brutto e il cattivo
Coronavirus, la vita agra. Cronache dal silenzio milanese
Amsa: sanificazione a Milano

Una signora si tiene stretta un cane mentre si accoda fuori da un minimarket, ”lo fanno entrare perché qui non lo lascio, altrimenti se lo mangiano”ride ma si capisce poco dietro la mascherina consumata dall’inutile uso

Si rivedono i tossici che hanno ri-colonizzato la città vuota e non fanno certo la fila per comprarsi una lattina di birra a basso costo.

Nel silenzio, l’acustica ci permette di ascoltare un dialogo tra due donne dal marciapiede alla finestra del secondo piano, come nel dopoguerra, ma senza rumori allegri di fondo.

Ecco dal volto dei milanesi è scomparso il sorriso,e che motivo ci sarebbe con i negozi chiusi, si galleggia stanchi in un vuoto senza tempo,nella speranza di crearsi una motivazione autocertificata per poter prendere un’ora d’aria.

Certo poi tutti a leggere romanzi, ascoltare romanze e fare grandi progetti per il dopo,”quando finirà” e che tutto non sarà come prima, ma intanto la vita di tutti attende un segnale che tarda ad arrivare,e la meccanica digitale della tivvù non riesce a comunicare più nulla anche perché proietta la sensazione di non sapere nulla.

I talk show, dunque si trovano a proprio agio perché dell’aria fritta,sulle affermazioni spericolate,sull’assenza di visione politica e sociale hanno fatto fortuna.

Già la politica(e la stampa) che come sempre si limitano a produrre piccole e grandi inadeguatezze ma ormai non stupiscono più nessuno,perché  fatte di riti prevedibili(il punto stampa,l’intervista ai parente del novantenne morto in solitudine,la confessione del prete del villaggio sperduto della bergamasca,il mantra ce la faremo,ed “estender il reddito di cittadinanza”).

Milano val bene una messa,e un concertino stonato dal balcone,ma il grigio dei volti da assenza di vitamina D comincia a notarsi per la sua diffusione,mentre si aspettano numeri di guerra che non capiamo e che non riescono a spiegare e a spigarci.

Siamo stati bravi, siamo solo italiani, siamo stati in casa a pensare, alla nostra esistenza caduca, e al trionfo dell’imprevedibilità della natura sulla sciocca volontà di potenza dell’Uomo-Dio, che aguzza l’ingegno dopo aver creato tutte le emergenze per poterlo fare e almeno in questo caso la Scienza ci sembra ancora una possibile certezza,prima che una speranza.

Il covid-19 ci ha messo di fronte allo spettro delle nostre enormi e consuete fragilità, ed è bastato un mese per rimescolare le carte di una società troppo liquida per trovare coesione, struttura, anticorpi, al suono costante del “dovremo ripensare a tutto,dopo”.

Certo ma l’Italia degli eroi con la mascherina,degli dei nelle corsie dei tanto bistrattati ospedali,è unica della capacità di recuperare all’ultimo respiro.

Quanti cani,in questa città,e pare che assistano impreparati al dramma che intorno alle loro necessarie passeggiate si svolgono,senza la necessità di abbaiare e quanto tempo da impegnare in cose che non riuscivamo più a fare o che la noia di giornate recluse nei nostri appartamenti, così pieni di certezze ci hanno costretto a ricordare.

Ora ci aspettano giorni difficili,come sempre,tra economie che sembrano sempre più giochi di ruolo,e la fatica per mantenere una parvenza esistenziale “da remoto”,dove l’ossessione digitale,nuovo erotismo di massa, è diventato l’antidoto al male di essere reali,di guardare alle nostre esistenze con occhi nuovi.

Torneranno la movida e il salone del mobile,l’inquinamento e lo shopping compulsivo(con i nuovi incentivi promessi) e la città ritroverà finalmente il suo ghigno criminale per farci tornare ad essere immortali,pronti,prontissimi per il prossimo viaggio organizzato.

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus vitacoronavirus come cambia la vitacoronavirus cambia vita
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Il 2 giugno con il Covid-19 Salvini e il milite ignoto...

    Coronavirus vissuto con ironia

    Il 2 giugno con il Covid-19
    Salvini e il milite ignoto...

    i più visti
    in vetrina
    Chiara Ferragni lancia "bikini season". Le foto in terrazzo

    Chiara Ferragni lancia "bikini season". Le foto in terrazzo


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes annuncia la partnership con la FIV

    Mercedes annuncia la partnership con la FIV


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.