A- A+
Il buono, il brutto e il cattivo
Craxi, nessuna pietas per l'innominabile. Bettino continua a fare paura
Advertisement

C’è voluta tutta la mostruosa bravura imitativa di Favino per farci tornare a parlare dell’Innominabile BC, leggendaria figura politica che ha riassunto in se tutto il bene,per alcuni,e tutto il male,per molti altri, del mondo. Un film complesso perché quando si cerca di romanzare la parte finale e drammatica di una personalità così discussa e variegata,si rischia o il santino o la facile e ulteriore devastazione umana...

Tornano dunque i sondaggi di Pagnoncelli. Vi piace? Vi piaceva? Era un santo? Era solo un gigantesco mariuolo? E le fazioni rimaste in sonno per vent’anni sono tornate a schierarsi,con i vecchi comandanti dall’una e dall’altra parte,tra nuove pugnalate e vecchie difese di famiglia e famiglie.

Nell’assordante assenza della politica ufficiale,l’Innominabile BC continua a fare paura,ad essere nel Bestiario politico italiano una specie di incarnazione dei mali della partitocrazia della tanto vituperata,ma oggi rimpianta,prima repubblica. E non basta ricordare discorsi di oratoria straordinaria o momenti di raro coraggio sul fronte interno o internazionale,per togliergli di dosso la damnatio memorie che si è scaricata sull’ennesimo Potente, con una veemenza anomala per un paese già anomalo di suo, nello scaricare repentinamente quanti lo hanno governato.

Non è possibile esprimere un giudizio razionale e rilassato quando la cronaca continua ad avere il sopravvento sulla storia, e nessuno riuscirà,almeno a breve a rendere giustizia o in uno o nell’altro senso. Figuriamoci dedicargli una strada o un giardino nella città che l’ha visto crescere politicamente.

Il vuoto lasciato dall’annientamento del partito socialista italiano è palpabile e l’inutilità dei tentativi di rifondarlo,naufragati senza speranza in questi anni danno il segno di quanto l’Innominabile BC sia stato importante almeno nell’Internazionale Socialista e poi come epigono vincente, sia pure emendabile, di Nenni & Co. Nemmeno la pietas che si deve ai defunti ha permesso ai vecchi nemici,e a qualche amico di ritrovare pace sulla sua tomba,accanto ai ferventi militanti che non l’hanno mai dimenticato. Perché per le istituzioni italiane è e rimane un latitante scomparso all’estero,ma questo anche se fosse giuridicamente corretto, non modificherebbe il giudizio su quanti continuano a profanare politicamente la sua tomba.

Forse ci vorrà tempo,e molto,molto coraggio per togliersi questa angoscia di dosso,e avere l’ardire di riconoscere i meriti e analizzare freddamente i demeriti di questo uomo diventato metafora e maschera di un paese diviso,cattivo e incapace di fare i conti addirittura col suo passato recente.

La rivoluzione che voleva l’Innominabile BC non c’è stata ma è facile dire che quella immaginata dai suo numerosi detrattori e nemici,è andata anche peggio. Ora non ci resta che aspettare per vedere come andrà a finire il paese.La fine del film la conoscevamo già.

Loading...
Commenti
    Tags:
    craxibettino craxihammamet
    Loading...
    in evidenza
    Dorothea, oro e sensualità E' la Fede Pellegrini delle nevi

    Biathlon, l'azzurra corre truccata

    Dorothea, oro e sensualità
    E' la Fede Pellegrini delle nevi

    i più visti
    in vetrina
    ANNA FALCHI reggiseno e lato B da scudetto... come la sua Lazio! Le foto Vip

    ANNA FALCHI reggiseno e lato B da scudetto... come la sua Lazio! Le foto Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen porta l’edizione speciale “C-Series” in Italia con C3 Aircross

    Citroen porta l’edizione speciale “C-Series” in Italia con C3 Aircross


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.