I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Il buono, il brutto e il cattivo
Sottosegretari! La carica dei 101
(fonte Lapresse)

 

 

Sono trombati, non eletti, esodati dalla politica, risarciti, ristorati e infine ripescati senza il tele-voto, nelle ore frenetiche della formazione del governo si aggirano agitatissime figure simili a creature degli abissi, non ancora biologicamente classificate.

Sono i sottosegretari che assomigliano agli assistenti ma hanno ruoli politici anche importanti, e ci sono tutte le tipologie, le aree politiche, frutto di strategie poco comprensibili a molti ma molto caratterizzate nell’ambito dell’inarrestabile sottobosco immortale della palude/cloaca minima romana.

Ex candidati come la Bergonzoni,e  qualche radicale disponibile, le seconde file dei partiti grandi e piccoli e qualche licenziato dai precedenti governi.

Si passa dall’agricoltura alle infrastrutture come la Bellanova come se Vanzina e Kubrick fossero due registi della stessa scuola, le figure residuali, spesso non elette ritrovano il piacere della ribalta e il conforto del “microfono amico”, come Scalfarotto sottosegretario di lungo corso.

Nella top ten di questi premi di consolazione(sembra la lotteria di capodanno),spiccano i professionisti della trattativa, i maestri e maestrini post-cencelli) ma il “todos caballeros” piace a tutti anche perché si fa presto a raggiungere la carica dei centouno, col Premier Beato che sghignazza perché Crudelia Demon non è nulla rispetto al cinismo caldo di un grande banchiere.

 

Eccoli pronti con l’elenco, con il vestito della festa e con tante cose da raccontare nel talkismo infinito del cosmo radio-televisivo.

Ci fanno tenerezza gli immarcescibili Della Vedova, o il giurassico Tabacci, perché basta questa spartizione di seconda fascia per renderli ancora vivi, per trasformarli in scienziati della politica e poi qualcuno continua a lamentarsi che l’Italia eccelle in tutto ma per quanto riguarda la politica, arte nobile e imprescindibile di qualsiasi forma di società: lasciamo perdere.

Dunque neppure Il Sacro Banchier Duca d’Europa è riuscito a contenere la tracimazione dei tanti peones di cui si compone il nostro sgangherato parlamento, che ricordiamolo è sempre lo specchio delle qualità e dei difetti del paese, ecco spiegato l’arcano, Castelli e Durigon compresi.

 

Avranno uffici, segretarie, benefit, forse una Punto Blu d’ordinanza e la piccola scorta come i potenti veri, e giocheranno al monopoli con lo Stato che improvvidi dicono di difendere e rappresentare, peccato per gli altri cialtrones che resteranno fuori anche se uno strapuntino non si nega a nessuno, neppure a Cambiamo e che Toti ci perdoni.

Questo è il gioco delle parti che trasforma una parvenza di governo di unità nazionale in una fattoria dove gli animali sono apparentemente tutti uguali rispetto al popolo bue o bue-popoli che li ascolta, non li vota, li detesta e che non riesce a controllare il proprio disprezzo, mentre legge sul display del bancomat: transazione negata.

Non dovete immaginare che questi ascari dello Stato minore possano aspirare a dare un senso alla loro giornata e ad un ruolo che nasce quasi per sorteggio, e dove almeno per un anno il sacchetto di Euro è assicurato, prima di tornare alle loro mediocri attività(nel novanta per cento)e ricordare al bar della provincia che li ha nominati, che loro c’erano nel sancta sanctorum del Governone Stellare, nel Club Inglese dove i soldi e i voti si pesano e non si contano, quasi che Cuccia fosse diventato il loro Manager banker di fiducia.

Già la fiducia manca e i voti sono voti, non facciamo gli invidiosi e lasciamoli far finta di lavorare, tanto il Banco e la Banca vincono sempre e gli altri devono ritentare al banco-mat, nella speranza di qualche nuova forma di cittadinanza senza reddito.

Commenti
    Tags:
    sottosegretari governo
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno

    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.