I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Startup che volano

Dal 27 al 31 marzo si è svolto “Call 4 Innovit”, primo programma di accelerazione in Silicon Valley, a San Francisco, riservato alle aziende italiane. A questa prima edizione hanno partecipato 20 startup e 15 PMI innovative italiane. L’opportunità è stata organizzata da Innovit, l’Italian Innovation and Culture Hub, che promuove la cultura, la tecnologia e la scienza italiana all’interno del mercato americano.

“Call 4 Innovit” è il programma per PMI e Startup italiane, attive nell’innovazione tecnologica e nella promozione della cultura italiana a livello internazionale e, nello specifico, negli Stati Uniti.

Innovit collabora con l’Istituto Italiano di Cultura, l’Italian Trade Agency e l’Innovation Center per creare un percorso di accelerazione valido e completo.

Le imprese che hanno preso parte al programma in Silicon Valley sono state selezionate come progetti meritevoli dopo 2 settimane di formazione.

Anche noi di WhoTeach siamo stati selezionati e abbiamo partecipato a questo percorso. In questo articolo vi racconteremo le attività svolte, le opportunità incontrate e, soprattutto, l’impatto che questa iniziativa ha sul panorama imprenditoriale italiano.

Innovit: il primo Innovation and Culture Hub a San Francisco

Innovit è il primo Italian Innovation and Culture Hub a San Francisco, promosso dalla Direzione Generale Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Washington e con il Consolato Generale a San Francisco e gestito con il sostegno dell’Istituto Commercio Estero e dell’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco.

L'obiettivo di Innovit è di promuovere e sostenere l’ecosistema scientifico, culturale ed economico Italiano all’interno del mercato americano. Questo è reso possibile attraverso programmi di accelerazione che portano le SME e Startup ad apprendere nuove competenze in un ambiente dinamico come quello della Silicon Valley. 

In questo modo, Innovit porta l’Italia all’interno della comunità tecnologica internazionale, diffondendo le best practices della Silicon Valley presso la comunità tecnologica italiana attraverso diverse attività di formazione, come acceleratori, incubatori, mentorship e collaborazioni con università e centri di ricerca.

Call 4 Innovit: AI, Metaverso e cultura

Call 4 Innovit offre un’esperienza di business unica in Silicon Valley grazie ad un programma riservato a 15 PMI italiane che possono:

  • incontrarsi con esperti del settore,
  • confrontarsi
  • aggiornarsi sullo sviluppo di tecnologie innovative, l’applicazione e lo sviluppo di Web3 e vari ambiti della cultura italiana ed americana.

In particolare, la Call 4 Innovit di quest’anno ha avuto lo scopo di introdurre alcune tra Startup e PMI italiane meritevoli, all’interno del mercato statunitense e insegnare le best practice per poter crescere internazionalmente. 

Si è svolto dunque il primo contest organizzato da Innovit, aperto alle PMI italiane che si occupano di Intelligenza Artificiale, Metaverso, Cultura e creatività. 

Lo SME Traction Program si è svolto in tre fasi. La prima, svolta online, prevedeva un percorso di orientamento e mentoring. Successivamente le PMI e Startup selezionate durante il primo step, hanno potuto partecipare all’acceleration program direttamente nella sede di Innovit a San Francesco. Infine, è previsto un follow up online in cui le aziende hanno possibilità di rafforzare i propri progetti e il networking svolto durante la fase 2.

L’esperienza italiana a San Francisco: SME Traction Program

Lo SME Traction Program è durato sette giornate intense, tra meeting formativi, training, workshop, Demo Day e Happy Hour. 

Dopo l’onboarding ufficiale il programma è entrato subito nel vivo, con il Venture Capital Training. Mitchell Weinstock ha tenuto una lezione su come le start-up debbano investire e negoziare in modo strategico con le Corporate Venture Capital e, successivamente, alla presentazione di Luigi Congedo, che ha parlato del mercato dell’Intelligenza Artificiale e come sfruttarla al meglio.

Il secondo giorno, 28 Marzo, i mentor Klaus Wehage e Aaron McDaniel hanno spiegato le strategie per permettere alle imprese di scalare il mercato a livello internazionale.

Successivamente, Sophie Alcorn e Breen Sullivan hanno parlato delle basi per lavorare nel mercato Statunitense e di quanto sia importante l’inclusività e la diversità per il mercato globale.

Nella terza giornata del programma, Sebastiano Peluso ha esposto le opportunità che ITA, l’italian Trade Agency, offre a livello internazionale. Nel pomeriggio, invece, i founders delle SME presenti insieme ai mentor, hanno svolto le prove per il Demo Day, ricevendo feedback per migliorare le loro presentazioni ed esporre al meglio le proprie business ideas.

La mattina di giovedì è stata dedicata specificatamente al tema dell’intelligenza Artificiale. Massimo Maietti, Luca Belli e Francesco Sullo hanno trattato l’utilizzo dell’AI nel gaming, dell’aspetto etico di questa tecnologia innovativa e, infine, del metaverso in relazione alle criptovalute. Nel pomeriggio si è svolto il Demo Day, in cui i founders che hanno partecipato al programma hanno presentato i propri progetti ad un pubblico istituzionale con esperti di settore, investitori e potenziali partner.  

L’ultimo giorno si è incentrato sulla revisione delle attività svolte nei giorni precedenti e delle tematiche trattate. Infine, la settimana si è conclusa con un happy hour, occasione di networking tra gli organizzatori del programma e i partecipanti.

I commenti dei partecipanti

Andrea Sambati, CEO di Memento, dichiara: “Memento è un'azienda di Lecce che ha sedi ad Hong Kong e New York. Memento si occupa di creare, sviluppare, produrre e distribuire giocattoli innovativi. Lo fa in oltre 26 nazioni al mondl ed ha raggiunto oltre 2,5MLN di confezioni prodotte e vendute. Dopo numerosi test/analisi di mercato ed attività di ricerca e sviluppo, ha sviluppato un innovativo sistema EdTech che coniuga Education, Entertainment ed Artificial Intelligence. Il sistema permette di giocare ed imparare nuovi argomenti educativi mentre il software colleziona i dati e monitora l'evoluzione di ogni bambino evidenziando eventuali criticità nell'apprendimento. L'esperienza a San Francisco ha permesso a Memento di collezionare riscontri internazionali e di attivare delle collaborazioni strategiche negli Stati Uniti.”

Mario Cipriano,  CEO di Nest.city, dichiara: “Nest.city è un azienda Proptech che rivoluziona il processo di ristrutturazione chiavi in mano della casa. L’obbiettivo, è migliorare e rendere semplice l’esperienza Utente di chi deve ristrutturare la sua casa e supportare, migliorandola, l’operatività dei fornitori di beni e servizi che intervengono nel processo. Siamo una Piattaforma two-side che organizza meglio il lavoro della filiera, e rende l’esperienza della ristrutturazione un momento creativo e coinvolgente per il cliente, risolvendo il problema principale legato ai tempi e costi incerti. Allo stesso modo supporta e snellisce il lavoro di architetti, imprese e rivenditori che offrono così un servizio unico, efficiente ed organizzato. Il percorso in Innovit ci ha permesso di confrontarci con mentor ed esperti di prodotto, IT, servizi, brand, design, legal,  e financial e altri aspetti legati al business, di altissimo valore, permettendoci di stressare il modello e inquadrare ancora meglio gli obbiettivi e come proporli. Il mix di confronto e relazioni creatosi, ci ha permesso di capire quale è la strada per lo sviluppo su nuovi mercati come quello americano, oltre fornirci contatti per approfondimenti e sviluppo di nuove idee e processi. L'importante per affrontare questo tipo di esperienze è essere aperti a contaminarsi e ascoltare, essendo pronti a mettere in discussione le proprie certezze, per rafforzarle o meglio ancora per cambiarle se non coerenti con l’obbiettivo da perseguire. I feedback sono il valore più grande, e in USA questo approccio è ancora più evidente: sono linfa per la crescita e lo sviluppo, che Nest.city persegue per intercettare partner e investitori con i quali affrontare le nuove sfide.”

Sandro Parisi, CEO di Eudata, afferma: “In Eudata ci occupiamo di fornire tecnologie che aiutano medie e grandi imprese a gestire al meglio la loro base clienti tramite servizi di customer service e vendita sia voce che digitali. Essere in INNOVIT a contatto con alcuni dei principali player globali nel mondo dell’artificial intelligence è stata un’opportunità incredibile per confermare la nostra visione strategica e renderci conto che le tecnologie di Eudata sono pienamente allineate alla visione futura di questo segmento. Grazie a questa validazione stiamo accelerando ancora di più l’integrazione delle componenti di intelligenza artificiale generativa nei nostri sistemi, garantendo maggiore efficienza per gli operatori grazie ad un CoPilot intelligente e al cliente grazie ad interazioni sempre più approfondite e naturali. INNOVIT è inoltre un percorso che ci consente di essere parte dell’ecosistema della Silicon Valley, grazie alle numerose relazioni instaurate che nel tempo creeranno ulteriore valore al nostro team.”

Lamberto Cesaroni, CEO di HuKnow (Interweb srl), dichiara: “HuKnow permette di trovare e incontrare qualsiasi esperto, in 2 minuti. O di ricevere clienti online, anche sul telefonino. Un prodotto consumer: con l'enorme potenziale di un mercato nazionale da 20 Mrd ma anche difficoltà tecnologiche, e di promozione. San Francisco era quindi il luogo adatto per crescere o forse il contrario. L'esperienza con Innovit ci ha portati a un veloce cambio di rotta.  Approfittiamo dell'ultimo recupero scolastico per lanciare le ripetizioni online, dopo avere rivisto il sito e il percorso di acquisto. Nella nuova logica del primo "validation test", con il "mindset" assorbito grazie alle Persone straordinarie incontrate in Innovit. L'accelerazione con Innovit è stata uno dei migliori momenti formativi mai ricevuti: è come se giochi nelle regionali e ti fanno fare i mondiali. Genera un cambiamento totale, che avrei voluto vivere prima e che auguro a ogni ambizioso CEO nazionale. Knowledge is the new sharing economy!”

Francesco Epifania, CEO & Founder di WhoTeach e AITech4T, dichiara: “Innovit è stata per noi una preziosa occasione di crescita, di networking per conoscere realtà come la nostra, confrontarci con altri imprenditori e startup ed entrare nell’ecosistema italiano a San Francisco. Partecipare a pitch e training sulle novità del nostro settore ci ha permesso di conoscere più a fondo le potenzialità dell’intelligenza artificiale e i suoi numerosi campi d’applicazione e di apprendere come questi aspetti possano essere integrati nella nostra realtà e nel nostro prodotto, per migliorarlo e rendere la formazione professionale con WhoTeach sempre più efficace.”


Conclusione

La Silicon Valley è il cuore pulsante dell’innovazione. È da qui che le migliori idee tecnologiche sono state sviluppate. Colossi come Apple, Google, Facebook e Adobe hanno da anni i loro hub nella Silicon Valley. Da qualche anno anche alcune aziende Italiane si sono stabilizzate nella Bay Area, tra cui Eni, Enel, Terna e Pelliconi.

Creare idee innovative in un ecosistema dinamico come quello della Silicon Valley è estremamente stimolante e sfidante, ma anche più facile grazie alla possibilità di networking e all’ambiente ben predisposto a nuove idee e collaborazioni.

Grazie a programmi come quello proposto da Innovit, anche le PMI e Startup italiane possono entrare a farne parte, sviluppandosi e imparando le best practices del settore. Apprendere in un ambiente all’avanguardia permette anche a chi ne fa parte di adeguarsi alle richieste del mercato e restare sempre aggiornati. 

Continuare a crescere deve essere un obiettivo prioritario per ogni impresa e confrontarsi con il mercato internazionale è il primo passo da compiere. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
investimentilavoropmisan franciscosilicon valleystartuptech





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.