A- A+
Costume
Sostenibilità e moda, Talarico lancia la cravatta green e guarda all'ambiente

Sostenibilità e moda, tradizione e innovazione per l’accessorio più amato nel guardaroba maschile, la cravatta. C’è quella a tinta unita, a righe, a fantasia, quella trandy dai colori accesi. E adesso c’è quella green. La cravatta che guarda all’ambiente. E’ creata da un’idea di un giovane imprenditore, Tiziano Talarico, che di fantasia e know how ne ha da vendere. Innovazione e tradizione, un connubio possibile per ridurre l'impatto, creare economia circolare e sostenibilità ambientale. 

L'attenzione di Talarico si pone non solo nell' utilizzo di tessuti  pregiati naturali come  seta e lana, impiegati per la creazione delle celebri cravatte conosciute in tutte il mondo,  ma soprattutto, nel minore impiego nella lavorazione di scarti sia in fase produttiva che derivanti dallo stesso consumatore.

“Entrando nel laboratorio ho visto un’enorme quantità di logorio di tessuti derivanti dalla produzione di cravatte”,  dice l' imprenditore. “Ho purtroppo constatato che tutto quel materiale, se pur con i dovuti accorgimenti, produce rifiuti. Da qui è nata l' idea di trasformare questo sfrido in oggetti utili: pochette, porta occhiali o altri accessori da omaggiare a tutti i nostri clienti che acquistino una cravatta”.

Il magico potere del decluttering (sostenibile) con Talarico diventa creatività. Creare, riducendo o azzerando i rifiuti. E’ seguendo questa filosofia che Talarico pensa ad altri due progetti. Quello di testare presso l' Istituto Tessile di Como una tipologia di finissaggio per rendere le cravatte antimacchia. “In realtà l'abbiamo già testata con condimenti e macchie di caffè che sono le più ricorrenti, quindi nel 2020 lanceremo questo modello di cravatta antimacchia”. Il secondo progetto riguarderà invece la rottamazione delle cravatte vecchie. “All'atto di acquisto di una nuova cravatta nel nostro show room ritireremo quella vecchia del cliente, anche se macchiata  o usurata, o  semplicemente non gradita nei colori, valutandola 30 euro”. Tutte le vecchie cravatte che saranno ritirate dal mercato finiranno ad un consorzio che provvederà non solo alle spese di rimborso per ogni singolo accessorio rottamato ma anche alla piantumazione di alberi a Roma. “Un albero in città, un albero in età matura, da solo, produce ogni anno 110 chili di ossigeno e assorbe centinaia di grammi di quel veleno invisibile prodotto  dal traffico delle auto che entra ogni giorno nonostante tutto ci danneggia. Inoltre filtra ed assorbe ogni anno circa 400 chili di anidride carbonica. Quella CO2 che è per il 75% prodotta dalle città del mondo e che è alle origini del riscaldamento del pianeta e dei cambiamenti nel clima”. 

Commenti
    Tags:
    romasartorianodifoulard





    in evidenza
    Annalisa e Tananai in versione Bonnie e Clyde. Video

    Arriva Storie Brevi

    Annalisa e Tananai in versione Bonnie e Clyde. Video

    
    in vetrina
    Il Made in Italy protagonista a New York: al via la fiera culinaria "Fancy Food Show"

    Il Made in Italy protagonista a New York: al via la fiera culinaria "Fancy Food Show"

    motori
    Mercedes-Benz amplia la gamma Small Van con EQT ed eCitan

    Mercedes-Benz amplia la gamma Small Van con EQT ed eCitan

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.