A- A+
Cronache
I direttori dei musei si fanno il ponte: cazziatone e vendetta di Sangiuliano

Il ministro della Cultura Sangiuliano striglia i direttori dei musei in vacanza per il ponte del 25 aprile

Sangiuliano non transige. Con una lettera al veleno, il ministro della Cultura cazzia i direttori dei musei che, come la maggior parte degli italiani, hanno approfittato del ponte del 25 aprile per rimanere in vacanza anche lunedì 24.

“Le ferie sono un diritto intangibile”, mette le mani avanti il ministro. Ma non abbastanza da sfruttare il ponte della Festa della Liberazione. E non è finita qui. Sangiuliano con toni che ricordano più un ordine che un invito, e oltretutto con un fare piuttosto provocatorio, invita tali direttori a un pranzo di lavoro per il 15 di agosto, anch’esso giorno di festa, e impedendo così possibili viaggi e futuri ponti estivi. Di seguito, la strigliata sotto forma di lettera del ministro Gennaro Sangiuliano ai vertici dei musei che hanno preferito tenere chiuso il 24 aprile.

“Gentili Direttori, ho riscontrato come molti di voi, tranne qualche lodevole eccezione, fossero in ferie lunedì 24 aprile, giornata di ponte verso la Festa della Liberazione”, scrive il ministro.

“Fermo restando che le ferie sono un diritto intangibile, vi faccio osservare che la peculiarità del nostro Ministero, le cui attività trovano particolare riscontro proprio in occasione di queste festività, suggerirebbe una puntuale presenza proprio in questi giorni”, scrive ancora Sangiuliano.

“Per capirci, è come se le Forze dell'Ordine andassero in ferie quando la città si svuota per le vacanze estive. Con l'occasione, vi preannuncio che il 15 agosto p.v., alle ore 13.00, siete tutti invitati da me per un pranzo di lavoro. E' gradita l'occasione per porgere cordiali saluti”, conclude infine il ministro.

Il documento ufficiale

sangiuliano lettera
 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
giulianomusei
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

Affari va in rete

Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)


in vetrina
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO





motori
Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.