A- A+
Cronache

La vita di Alireza M., il 37enne iraniano sopravvissuto all'impiccagione per traffico di droga, sia risparmiata: lo chiedono Amnesty International e diversi giuristi della Repubblica islamica, la cui legislazione sembra mostrare un vuoto normativo per questo caso rarissimo in cui la forca non ha svolto il suo compito. Alireza era stato impiccato il 10 ottobre in una localita' nel nord-est dell'Iran: per almeno 12 minuti il suo corpo era rimasto sospeso in aria, con il cappio al collo. Ne era stata dichiarata la morte, ma il giorno dopo nell'obitorio di Bojnourd i medici si sono accorti che respirava ancora.

"La prospettiva terribile che quest'uomo ha davanti, e cio' di affrontare una seconda impiccagione dopo averne attraversato gia' una, sottolinea la crudelta' e la disumanita' della pena di morte", ha affermato Philip Luther, direttore di Amnesty per il Medio Oriente. "Le autorita' iraniane", ha aggiunto, "devono immediatamente fermare l'esecuzione di Alireza e lanciare una moratoria riguardante le altre condanne a morte". L'Organizzazione non e' sola in questa battaglia per la vita dell'uomo, e diversi giuristi hanno firmato una petizione analoga all'appello di Amnesty nutrendola di riflessioni di carattere normativo: "Nella nostre legge", ha spiegato Abdolsamad Khoramshahi, "non c'e' nulla che riguardi una persona che sopravvive 24 ore dopo un'impiccagione. La sentenza e' stata eseguita e non vi e' alcuna ragione per ripeterla". Diversa e' l'opinione di Nourollah Aziz-Mohammadi, giudice di alto rango: "Quando un colpevole e' condannato a morte, in quanto giustiziato. Se non muore, la sentenza non e' stata eseguita e va ripetuta". La parola passa adesso all'ayatollah Sadeq Larijani, capo del sistema giudiziario iraniano, che con il fratelli Ali, presidente del Parlamento, e' uno dei rappresentanti piu' autorevoli del fronte conservatore in Iran.

Tags:
impiccatoobitorio
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.