A- A+
Cronache

 

E' stato scarcerato dai giudici spagnoli ed e' ora a piede libero Francos Garzon, il macchinista che mercoledi' ha causato il deragliamento del treno alle porte di Santiago di Compostela, in cui sono morte 80 persone. Ne da notizia il sito web di El Pais sottolineando che i magistrati, al termine di un interrogatorio durato oltre 2 ore, gli hanno confiscato il passaporto e hanno disposto che fino alla conclusione del processo dovra' presentarsi in tribunale ogni settimana.

Garzon e' stato incriminato per omicidio colposo. Al momento del deragliamento il treno procedeva a 190 km/h in un punto in cui la velocita' massima consentita era di 80. Oggi scadevano le 72 ore di detenzione preventiva. Arrestato giovedi' dalla polizia, Garzon, 52 anni, ha ammesso davanti al giudice di Santiago di Compostela, Luis Alaez, di aver commesso un'imprudenza. Finora il macchinista si era invece avvalso del diritto di non rilasciare dichiarazioni

Tags:
santiagoincidentetreno
in evidenza
Grandine-temporali al Nord Caldo super africano al Sud

Previsioni Meteo

Grandine-temporali al Nord
Caldo super africano al Sud

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.