BANNER


"Risulta innanzitutto provato che l'imputato abbia compiuto atti sessuali con El Mahroug Karima in cambio di ingenti somme di denaro e di altre utilita' quali gioielli". Lo scrivono i giudici nelle motivazioni alla sentenza che ha condannato Silvio Berlusconi.

Silvio Berlusconi "regista del bunga bunga". E' questo il ruolo che avrebbe rivestito il premier nelle cene di Arcore secondo i giudici del Tribunale di Milano che lo hanno condannato a sette anni per concussione e prostituzione minorile. "Risulta provato che il regista delle esibizioni sessuali delle giovani donne - scrivono - fosse proprio Berlusconi, il quale dava il via al cosiddetto bunga bunga in cui le ospiti di sesso femminile si attivavano per soddisfare i desideri dell'imputato, ossia per 'fargli provare piaceri corporei', come chiarito dalla stessa El Mahroug, inscenando balli con il palo da lap dance, spogliarelli, travestimenti e toccamenti reciproci".

"Ritiene il Tribunale che la valutazione unitaria del materiale probatorio illustrato evidenzi lo stabile inserimento della ragazza nel collaudato sistema prostitutivo di Arcore ove giovani donne, alcune delle quali prostitute professioniste, compivano atti sessuali in plurimi contesti". Lo scrivono i giudici di Milano nelle motivazioni, depositate oggi, alla sentenza di condanna a sette anni di carcere per Silvio Berlusconi, riferendosi al ruolo rivestito da Ruby nelle 'cene' di Arcore.

2013-11-21T10:52:38.723+01:002013-11-21T10:52:00+01:00truetrue1426116falsefalse4Cronache/cronache413083819572013-11-21T10:52:38.77+01:0014262013-11-21T17:49:13.56+01:000/cronache/ruby-depositate-motivazioni-condanna-berlusconi211113false2013-11-21T17:49:16.7+01:00308381it-IT102013-11-21T10:52:00"] }
A- A+
Cronache
berlusconi ap

BANNER


"Risulta innanzitutto provato che l'imputato abbia compiuto atti sessuali con El Mahroug Karima in cambio di ingenti somme di denaro e di altre utilita' quali gioielli". Lo scrivono i giudici nelle motivazioni alla sentenza che ha condannato Silvio Berlusconi.

Silvio Berlusconi "regista del bunga bunga". E' questo il ruolo che avrebbe rivestito il premier nelle cene di Arcore secondo i giudici del Tribunale di Milano che lo hanno condannato a sette anni per concussione e prostituzione minorile. "Risulta provato che il regista delle esibizioni sessuali delle giovani donne - scrivono - fosse proprio Berlusconi, il quale dava il via al cosiddetto bunga bunga in cui le ospiti di sesso femminile si attivavano per soddisfare i desideri dell'imputato, ossia per 'fargli provare piaceri corporei', come chiarito dalla stessa El Mahroug, inscenando balli con il palo da lap dance, spogliarelli, travestimenti e toccamenti reciproci".

"Ritiene il Tribunale che la valutazione unitaria del materiale probatorio illustrato evidenzi lo stabile inserimento della ragazza nel collaudato sistema prostitutivo di Arcore ove giovani donne, alcune delle quali prostitute professioniste, compivano atti sessuali in plurimi contesti". Lo scrivono i giudici di Milano nelle motivazioni, depositate oggi, alla sentenza di condanna a sette anni di carcere per Silvio Berlusconi, riferendosi al ruolo rivestito da Ruby nelle 'cene' di Arcore.

Tags:
rubydepositatemotivazionicondannaberlusconi
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Ford Bronco sbarca in Europa

Ford Bronco sbarca in Europa


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.