A- A+
Cronache
violenza sulle donne1

"Non c'è stato stupro". Un 24enne residente a Treviso, ma di origine marocchina, è stato assolto dai giudici di appello. L'accusa nei suoi confronti era quella di aver violentato la mdre di sua moglie. Ma i magistrati, dopo la condanna in primo grado, hanno creduto alla sua versione: "I rapporti intimi tra la suocera e il genero andavano avanti da tempo". Il giovane, che si trovava in carcere a Pordenone, è stato subito rimesso in libertà... E ora che dirà sua moglie alla madre?

Nourredine K., di Vittorio Veneto, è stato dunque assolto dalle accuse di stupro e furto aggravato. Questo nonostante la condanna a un anno di reclusione per resistenza ai carabinieri. Ma il 24enne, subito rimesso in libertà, ha già scontato la pena nel carcere di Pordenone. Come spiega il Gazzettino, non è escluso che il giovane, assistito dall’avvocato Guido Galletti, possa avviare una causa contro lo Stato per ingiusta detenzione. "Attendiamo le motivazioni della sentenza - ha chiarito dichiarato l'avvocato al quotidiano veneto - poi decideremo cosa fare".

Tags:
sessosuoceraconsenziente
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.