A- A+
Cronache

 

arpione testa 500

Brutta disavventura per uomo brasiliano di 34 anni, Bruno Barcellos de Souza Coutinho, che si è sparato accidentalmente un arpione in testa.

Bruno vive a Petrópolis, in Brasile. L’incidente è avvenuto mentre l'uomo stava pulendo i suoi attrezzi da pesca. Improvvisamente da uno di questi oggetti è partito accidentalmente un colpo. Lo sparo ha infilzato la testa dell’uomo per ben 15 centimentri, colpendo l’occhio sinistro e andandosi a conficcare in profondità nel cervello. Malgrado l’entità del gravissimo incidente, Bruno Barcellos non si è recato subito all’ospedale fino al giorno dopo, quando un suo amico è riuscito a convincerlo.  

Una volta in ospedale, dove è arrivato in modo stranamente lucido e cosciente, è stato subito sottoposto ad un intervento chirurgico di emergenza. Ora Bruno De Souza Coutinho ha perso l’occhio ferito ma fortunatamente non ha subito nessun danno cerebrale.

Tags:
sopravvivesparatoarpione
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Ford Bronco sbarca in Europa

Ford Bronco sbarca in Europa


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.