A- A+
Cronache
Veglia 20 anni la tomba della moglie, ora è morto

Sua moglie muore in seguito a un intervento. E' il 1993. Da quel momento Rocky Abalsamo non lascia più l'amata compagna. Ha vegliato per venti lunghi anni la sua tomba. Tutti i giorni, al caldo e al freddo. Lui si è sempre seduto lì di fianco alla sua lapide nel cimitero di Boston, aprendo la sua sedia blu e se necessario l'ombrello. In tanti si erano affezionati a lui e gli portavano bevande calde e del cibo. Ora Rocky è morto e ha raggiunto la sua amata. La figlia: "Ha preso troppo freddo in tutti questi anni, Ho provato a dirgli che non stava bene, ma lui non ha mai voluto lasciare la tomba di mamma".

Lo scorso 22 gennaio all'età di 97 anni Rocky è morto raggiungendo la sua Julia nella tomba accanto. Ogni mattina salutava Julia dicendole: "Eccomi, sono qui", apriva la sua sedia blu e stava con la moglie. Non mangiava, né andava in bagno per rispetto del luogo e la notte cospargeva di briciole la tomba in modo che gli scoiattoli potessero farle compagnia quando lui non c'era.

Tags:
torockytomba
in evidenza
La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO

La V° edizione, dal 26 al 28 agosto

La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO


in vetrina
Eleonora Berlusconi in vacanza La single più desiderata d’Italia

Eleonora Berlusconi in vacanza
La single più desiderata d’Italia





casa, immobiliare
motori
Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL

Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.