A- A+
Cronache
Veneto: scoperti 13 braccianti indiani che lavoravano 14 ore al giorno

Veneto: Flai Cgil, scoperti 13 braccianti di origine indiana che lavoravano fino a 14 ore al giorno

La Flai Cgil Veneto ha scoperto tredici braccianti di origine indiana che lavoravano in condizioni di sfruttamento e vivendo in condizioni indecenti e disumane. Come riporta una nota rilanciata da Agenzia Nova, "tutto questo si e' consumato per diversi mesi nelle campagne del trevigiano, dove circa 50 braccianti hanno vissuto in un casolare della Marca in condizioni para schiaviste sotto la minaccia di caporali senza scrupoli che li costringevano a lavorare fino a 14 ore al giorno. Oggi alcuni braccianti, grazie alla Flai Cgil, hanno avuto, il coraggio di denunciare e attualmente si trovano in strutture protette messe a disposizione dal Progetto Navigare".

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti





motori
MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.