A- A+
Culture
Enrico Brignano in “Enricomincio da me Unplugged” tour

Di Chiara Giacobelli

 

Ancona – Due serate, il 14 e 15 febbraio, per festeggiare San Valentino in compagnia di un mattatore nato, abituato al palco, a tenere in pugno le folle e a “fa’ rita” (far ridere) sin dagli anni in cui andava a scuola. E che viaggio, quello per raggiungere le scuole di Roma dalla frazione di Dragona, nella periferia abusiva della capitale dove lo spaccio e l’illegalità la facevano da padroni: sveglia alle 5 della mattina con ben tre cambi di mezzi per arrivare in un luogo in cui i libri (almeno così dice, probabilmente esagerando) rimasero sempre immacolati, chiusi, pronti per essere rivenduti a primavera.

Enrico Brignano ripercorre in quasi tre ore di spettacolo la sua carriera da quando era un adolescente fino all’oggi, ancora pieno di speranze, sogni, progetti. Perché in fondo “il tempo passa senza avvisarti” e ci si ritrova quasi sempre laddove mai si sarebbe immaginato; far l’attore era qualcosa di strano, angosciante, persino pericoloso per la famiglia e la comunità intera di Brignano, gente semplice che tuttavia mai fece mancare nulla al figlio, dal sostegno economico all’amore. La presenza costante della madre viene allora ricordata con un monologo di imitazione incentrato sul parto e finalizzato alla risata genuina del pubblico, per concludersi con un cambio di registro attraverso una canzone. Sul palco del PalaPrometeo – e su quelli di tutte le città toccate dallo show – non ci si limita infatti alla parola, alla comicità pura, alle imitazioni, ma si spazia fino al canto e al ballo, in accordo con tutto quanto imparato presso il laboratorio teatrale di Gigi Proietti, figura ricordata quasi come un semi-dio.

Il percorso di crescita umana e professionale di Brignano raccontato dall’attore a stretto contatto con quel pubblico che tanto ama si trasforma così in una lunga e spassosa parodia durante la quale si incontrano personaggi goffi, curiosi, a volte ai limiti dell’inverosimile, eppure tanto comuni nel loro modo di essere da permettere di riconoscersi sempre un po’, facendo leva sull’identificazione e l’empatia. Molto ben fatte anche le scenografie in movimento di questo show scritto insieme a Mario Scaletta, Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo, Massimiliano Giovanetti e Luciano Federico. Non mancano le improvvisazioni a braccio per scherzare con gli spettatori, specie all’inizio quando si verifica la classica situazione dei ritardari che fanno alzare tutti per raggiungere il proprio posto in platea. Brignano non ce la fa a non prenderli un po’ in giro e ovviamente loro stanno al gioco, senza poi perdere la concentrazione fino all’ultimo, sebbene sia passata la mezzanotte.

“Enricomincio da me Unplugged” è un esperimento riuscito che consigliamo di vedere per scoprire il vero Brignano al di là e ben oltre la televisione, in tutta la sua natura di uomo da palcoscenico istrionico ed eclettico, una sferzata di energia e di ironia che corre ininterrotta come un treno senza mai perdere di tono. Chi lo ha sempre visto soltanto in tv o al cinema resterà piacevolmente colpito dal bagaglio culturale e professionale che si porta dietro dai tempi di Proietti, costruito in parte sui libri di testo – attraverso la lettura o il laboratorio teatrale – e in parte sul campo, cimentandosi nei ruoli più strampalati e assurdi che gli hanno tuttavia permesso di farsi le ossa, dai matrimoni semi-mafiosi a Dragona ai sobborghi di New York. Il resto è storia recente, la vita quotidiana di un uomo che ce l’ha fatta pur partendo dal nulla, poiché ha lavorato sodo e non ha mai mollato, si è saputo distinguere dalla massa, ha trovato la propria dimensione e attraverso la sua arte oggi dà sfogo a una personalità quanto mai ampia, ricca, profonda seppur al contempo leggera e capace di non prendersi troppo sul serio.

Il PalaPrometeo di Ancona ha registrato un pieno di presenze e un grande fervore di pubblico e critica, come d’altra parte il resto d’Italia. Ma le tappe sono ancora molte, perciò potete consultare il suo sito per restare aggiornati sui prossimi spettacoli. Per quanto riguarda invece le Marche, dove lo show è stato promosso dalla Alhena Entertainment, si aspetta con ansia l’appuntamento del 2 marzo a San Benedetto del Tronto con Arturo Brachetti, altra eccellenza tutta italiana.     

Info: www.enricobrignano.it; www.alhena.it   

enrico brignano ricomincio da me interna
 
Tags:
enrico brignanoenrico brignano tourenrico brignano spettacoloenricomincio da me
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.