A- A+
Economia

 

 

alessandro benetton

Di Andrea Deugeni
e Luca Spoldi

 

Sarà perché dai 7,13 euro del debutto il titolo ha guadagnato quasi un altro euro, oscillando sopra gli 8 euro per azione, sarà per favorire l'ulteriore crescita delle attività attraverso l'alleanza con un altro player del settore, sta di fatto che chi segue da vicino le sorti dei Benetton, azionista di World Duty Free (società nata da una costola di Autogrill nella quale sono state scorporate le attività "duty free" del gruppo) col 59,255% del capitale, ha rivelato ad Affaritaliani.it che la famiglia di Ponzano Veneto starebbe valutando di cedere una partecipazione, pur mantenendo il controllo di Wdt.

Con una capitalizzazione di poco superiore ai 2 miliardi, scendere poco sotto il 50% collocando il 10% del capitale consentirebbe ai Benetton di incassare attorno ai 200 milioni di euro, che finirebbero nelle casse di Edizione Srl tramite la controllata Schematrentaquatttro Srl cui al momento fa capo la partecipazione in Wdt. In questo caso, dato anche che il titolo in questi giorni ha scambiato mediamente poco meno di 3 milioni di pezzi al giorno (dopo gli scambi intensi dei primi due giorni di debutto, superiori ai 5 milioni di azioni, gli scambi sono gradualmente calati ed oggi si mantengono ampiamente sotto il milione di pezzi), e dovendo pensare che sarebbe difficile giustificare un secondo collocamento a poca distanza dal debutto del titolo sul listino, se non si individuasse subito un partner industriale a cui girare la partecipazione occorrerebbe pensare a un pool di investitori istituzionali su cui ripartire le azioni.

tondato benetton


Occorrerebbe tempo e probabilmente si dovrebbe concedere uno sconto rispetto alle quotazioni borsistiche, sicché l'incasso per la famiglia Benetton potrebbe anche ridursi, tanto più che sull'ultimo trimestre dell'anno rischia di pesare l'impatto negativo (e crescente col prolungarsi dello stallo al Congresso americano) del "government shutdown" statunitense, che secondo alcuni analisti dovrebbe portare la crescita del Pil a stelle e strisce a passare dal 3,8% medio annuo registrato nei primi nove mesi del 2013 ad uno striminzito +1,4% per i soli ultimi tre mesi dell'anno.

Ben diverso il caso in cui a Ponzano Veneto già avessero individuato uno o più potenziali partner di Wdt (già in primavera, una volta annunciato lo spin off, la stampa finanziaria mondiale aveva parlato della svizzera Dufry come possibile "futuro sposo") a cui offrire una quota, che potrebbe anche essere di dimensioni superiori, magari attorno al 25%, così da arrivare ad incassare sui 500 milioni e favorire una partnership paritetica. In quel caso, mentre resta da capire se i Benetton utilizzerebbero tale controvalore in tutto o in parte per rafforzare le attività "storiche" nel settore del'abbigliamento, si potrebbe arrivare a vedere la nascita di un gruppo in grado di generare oltre 4 miliardi di euro di vendite all'anno, con un Ebitda tra i 550 e i 600 milioni di euro, basandosi sui dati segnati nel primo semestre dalle due società.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
benettonwdf
i più visti
in evidenza
CR7-Manchester, divorzio vicino Georgina mostra il pancione

Le foto

CR7-Manchester, divorzio vicino
Georgina mostra il pancione


casa, immobiliare
motori
Stellantis celebra il suo primo anno di successi

Stellantis celebra il suo primo anno di successi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.