A- A+
Economia
Enel, l'ultima trimestrale di Conti batte le attese

Nel primo trimestre dell'anno Enel ha realizzato un risultato netto pari a 895 milioni di euro, in rialzo del 5% rispetto allo stesso periodo del 2013, ricavi a 18.182 milioni di euro (-11,1%) e un Ebitda di 4.036 milioni di euro (+0,5%). Lo comunica la societa' in una nota.

L'ebit si e' attestato a 2.608 milioni di euro (+3,5%), mentre l'utile netto ordinario del gruppo e' stato pari a 782 milioni di euro (-8,2%). L'indebitamento finanziario netto ammonta a 41.539 milioni di euro (+4,4%), un rialzo che la societa' definisce "fisiologico".

Sul fronte operativo, le vendite di energia elettrica del Gruppo Enel nei primi tre mesi del 2014 si sono attestate a 60 TWh, in calo del 3%, prevalentemente per il decremento delle vendite in Italia e Francia. Le vendite di gas alla clientela finale ammontano a 3 miliardi di metri cubi, in calo di circa 0,4 miliardi di metri cubi rispetto al primo trimestre del 2013.

La produzione netta complessiva di energia elettrica nei primi tre mesi del 2014 e' pari a 60 TWh (-3% rispetto ai 70,1 TWh dei primi tre mesi del precedente esercizio), di cui 17,9 TWh in Italia e 50,1 TWh all'estero. In Italia, le centrali del gruppo Enel hanno prodotto 17,9 TWh (+4,1%). La richiesta di energia elettrica sul mercato nazionale nei primi tre mesi dell'anno si e' attestata a 78,1 TWh, in calo del 3,7% rispetto all'analogo periodo del 2013, mentre le importazioni nette hanno registrato un incremento di 1,3 TWh (+10,8%). La produzione netta del gruppo all'estero - sempre nei primi tre mesi dell'anno - e' pari a 50,1 TWh, in diminuzione di 2,8 TWh (-5,3%). Tale riduzione e' essenzialmente riconducibile al minor apporto degli impianti di Endesa (-2,4 TWh) in misura pari a -1,3 TWh in America Latina e a -1,1 TWh nella Penisola Iberica, nonche' alla contrazione in Slovacchia per 0,5 TWh principalmente connessa al calo della domanda. La produzione di energia elettrica delle centrali del gruppo Enel in Italia e all'estero e' generata per il 49,3% da fonte termoelettrica, per il 34,9% da fonti rinnovabili e per il 15,8% da fonte nucleare.

"I positivi risultati conseguiti nel corso del primo trimestre dell'anno in corso confermano la validita' della strategia di diversificazione geografica e tecnologica del gruppo, nonoche' delle azioni manageriali poste in essere principalmente in termini di efficientamento e riduzione dei costi". Cosi' l'amministratore delegato e direttore generale uscente dell'Enel, Fulvio Conti, ha commentato i risultati del primo trimestre dell'anno. "Prosegue inoltre la strategia di semplificazione della struttura societaria del gruppo, realizzata attraverso operazioni di acquisto di partecipazioni di minoranza in alcune societa' controllate in America Latina"", ha aggiunto. A Piazza Affari, a fine seduta, il titolo ha guadagnato oltre il 5%.

Tags:
enelfulvio contitrimestraleborsa
i più visti
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.