A- A+
Economia
Enel: utile a 5,4 miliardi, il dividendo sarà di 0,4 euro per azione

Enel: utile 2022 a 5,4 miliardi, dividendo di 0,40 euro per azione

Enel ha chiuso il 2022 con un utile  netto ordinario del Gruppo a 5,391 miliardi di euro (5,593 miliardi  nel 2021, -3,6%), superiore alla guidance di Gruppo comunicata ai mercati finanziari, pari a 5,0-5,3 miliardi di euro. Il dividendo complessivo proposto per l’intero esercizio 2022 è pari a 0,40 euro per azione (di cui 0,20 euro per azione già corrisposti quale acconto a gennaio 2023), in crescita del 5,3% rispetto al dividendo complessivo di 0,38 euro per azione riconosciuto per il 2021.

I ricavi sono stati pari a 140,517 miliardi di euro (85,719 miliardi di euro nel 2021, +63,9%), "la variazione positiva è principalmente riconducibile ai maggiori volumi di energia prodotti, intermediati e venduti in un contesto di prezzi medi crescenti, nonché al favorevole andamento dei tassi di cambio". L'ebitda ordinario si è attestato a 19,683 miliardi di euro (19,210 miliardi di euro nel 2021, +2,5%), superiore alla guidance di Gruppo comunicata ai mercati finanziari, pari a 19,0-19,6 miliardi di euro grazie "alle positive performance del business integrato, quale risultante della combinazione dei business di Generazione Termoelettrica e Trading, Enel Green Power, Mercati Finali ed Enel X, unitamente al positivo andamento di Enel Grids. Si rileva inoltre una favorevole evoluzione dei tassi di cambio". L'ebitda è pari a 19,918 miliardi di euro (17,2331 miliardi di euro nel 2021, +15,6%) mentre l'ebit è stato di 11,193 miliardi di euro (7,551 miliardi di euro nel 2021, +48,2%) con "la variazione che riflette principalmente l’andamento positivo della gestione operativa e i minori adeguamenti di valore registrati nel corso dell’anno rispetto al 2021, solo parzialmente compensati da maggiori ammortamenti". 

L'indebitamento finanziario netto si è attestato a 60,068 miliardi di euro (51,693 miliardi di euro nel 2021, +16,2%), "in linea con la guidance. In aumento principalmente per gli investimenti del periodo il cui fabbisogno è stato parzialmente compensato dai positivi flussi di cassa generati dalla gestione operativa, che hanno risentito dell’impatto sul capitale circolante netto di alcuni provvedimenti governativi, e dagli effetti positivi delle attività di asset portfolio management". Gli investimenti sono ammontati a 14,347 miliardi di euro (12,997 miliardi di euro nel 2021, +10,4%) con "l’incremento attribuibile alla crescita degli investimenti in Enel Green Power, Enel Grids, Mercati finali e Enel X".

“Gli eccellenti risultati che Enel ha registrato nel 2022 evidenziano la capacità del Gruppo di creare valore per i propri stakeholder anche a fronte del contesto altamente sfidante che ha caratterizzato gli ultimi tre anni”. E' quanto ha affermato l'ad di Enel, Francesco Starace, commentando i dati di bilancio.
    
“È grazie alla resilienza del nostro modello di business integrato - ha proseguito - alla solida performance operativa, alle azioni manageriali implementate nel corso dell’anno e soprattutto all’instancabile lavoro di tutti i colleghi che siamo stati in grado di superare la guidance annunciata ai mercati. In virtù di questi risultati proponiamo ai nostri azionisti un dividendo di 0,40 euro per azione, in crescita rispetto all’anno precedente. Nei prossimi mesi dell’anno, continueremo a crescere nelle rinnovabili e a digitalizzare le reti di distribuzione, contribuendo a decarbonizzare il mix di generazione e ad aumentare l’indipendenza energetica nelle geografie in cui operiamo, migliorando la qualità del servizio, abilitando l’elettrificazione dei consumi finali e tutelando i nostri clienti dalla volatilità dei mercati energetici. Concentreremo gli investimenti soprattutto in Italia e negli altri Paesi core, in modo tale da accelerare il percorso di crescita sostenibile del Gruppo, riducendone ulteriormente il profilo di rischio”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
azionidividendoenelfrancesco starace





in evidenza
Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

Vota il sondaggio di Affari

Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO


motori
Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.