A- A+
Economia
Google, il Parlamento Usa mette nel mirino Gmail

Il Parlamento degli Stati Uniti vuole risposte da Alphabet in merito a questioni sulla privacy relative a Gmail, il popolare servizio di posta elettronica offerto dal gruppo. In una lettera firmata dal presidente della Commissione per il Commercio del Senato, il repubblicano del South Dakota John Thune, e da due presidenti di sottocommissioni, si richiede a Larry Page, amministratore delegato di Alphabet, di spiegare la pratica  di consentire agli sviluppatori di app di terze parti di passare in rassegna i contenuti della posta elettronica per scopi commerciali.

Si esprime in particolare preoccupazione per il fatto che la maggior parte dei consumatori non comprenda come gli sviluppatori possano utilizzare i dati delle email, concedendo ai propri dipendenti l’accesso a email personali, riporta il documento.

I senatori, scrive Milano Finanza oggi, hanno aggiunto che Google potrebbe non fare abbastanza per salvaguardare i dati di Gmail e hanno chiesto all’azienda di esporre nel dettaglio tutte le circostanze in cui gli sviluppatori hanno condiviso dati di Gmail con terze parti. Nonostante Big G abbia abbandonato un anno fa la prassi di setacciare i contenuti delle email a scopo pubblicitario, continua a permettere a centinaia di sviluppatori esterni di esplorare le caselle di posta degli utenti Gmail che si sono registrati a servizi basati su email.

Questi servizi sfruttano comunemente app e offerte gratuite per agganciare gli utenti e indurli a concedere l’accesso alle proprie caselle di posta senza specificare chiaramente quali dati raccolgano e per quali scopi, hanno riferito al Wsj dipendenti attuali e passati di queste società.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gmailgoogleusa
i più visti
in evidenza
BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

Scatti d'Affari

BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi


casa, immobiliare
motori
Nissan svela la nuova Micra elettrica

Nissan svela la nuova Micra elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.