A- A+
Economia
La blockchain entra nel porno

di Vincenzo Caccioppoli

 

Secondo recenti dati la pornografia ha avuto un vero e proprio boom durante la pandemia di coronavirus, sopratutto durante i mesi di lockcdown. Come industria, essa si è ben adattata a un mondo costretto dal lockdown a non uscire di casa. Da tempo il business si è già ampiamente spostato online, e i suoi consumatori spesso si auto-isolano volontariamente. Il traffico del mese di Aprile su Pornhub, ad esempio, è aumentato del 22% rispetto a marzo.  Ma questo traffico genera entrate in siti più piccoli, che devono adattare i loro modelli di business. Gene Munster, amministratore delegato di Loup Ventures, una società di investimento americana, ritiene che da quando è iniziata la pandemia, la spesa per il porno in tutto il mondo è quasi raddoppiata.  Andra Chirnogeanu dello Studio 20, una società con sede a Bucarest che trasmette online modelli vestiti e nudi, ammette che i profitti sono aumentati insieme al conflitto coniugale e alle rotture provocate dai blocchi.

Le regole di distanziamento sociale stanno accelerando il cambiamento nell'industria del porno. Non essendo praticamente quasi più possibile, infatti, realizzare produzioni di filmati dal vivo, l'industria del porno si sta rivolgendo sempre più direttamente al al web e alla tecnologia, con risultati sicuramente interessanti. Ecco allora in questo contesto pare assai interessante l'idea di una giovane start up italiana, che vuole creare un punto di incontro ancora piu stretto fra il mondo del porno e la tecnologia, con la creazione di una piattaforma online porno tutta in blockchain, e dove presto sarà possibile acquistare i suoi contenuti anche con moneta digitale. I due mondi del porno e della blockchain hanno avuto – e hanno tuttora – più di un punto di convergenza, con progetti come per esempio Spankchain, piattafomra inglese per adulti in blockchain o criptovalute  come Verge. Questo perchè questi progetti permettono la possibilità per i fruitori del porno online di pagare i servizi acquistati mediante un mezzo che non lasci traccia e che consenta di non rivelare l’identità dell’utente.

Tuttavia, ci sono anche altri approcci possibili e nuovi paradigmi si stanno affacciando all’orizzonte grazie a iniziative che puntano a premiare i comportamenti virtuosi con ricompense economiche. PornVisory  potrebbe sembrare uno dei numerosi siti web che aiutano gli utenti a districarsi nel mare magnum del porno online, come suggerisce l’etimologia stessa del suo nome basato sui concetti di porno e advisory. Ovviamente più curato di tanti altri, graficamente accattivante e pieno di contenuti di alta qualità, ma pur sempre un sito che usa schemi già presenti, fornendo recensioni sui video hot più interessanti, prove dei sex toys di grido, porn-news e top ranking per le varie categorie.

Ma qui entra in gioco il contatto con il mondo delle criptovalute, delle quali i founder di PornVisory dimostrano di essere profondi conoscitori. Il sito , infatti, completamente in italiano, è per adesso accessibile gratuitamente in tutte le sue sezioni, ma quando diventerà operativa la sezione “Exclusive” il relativo canone di  abbonamento sarà pagabile esclusivamente con le più comuni criptovalute quali BTC, Ethereum e Bitcoin Cash.  “La nostra roadmap prevede la creazione di un sistema di gamification, grazie al quale sarà possibile guadagnare a fronte di una serie di azioni positive – tutte tese ad allargare la base degli utenti – che consentiranno di ottenere delle ricompense”. Spiega Snow Leopard, lo pseudonimo sotto il quale si cela il CEO della società, il quale aggiunge:  “Stiamo subendo qualche ritardo a causa dello stato di emergenza, ma contiamo di inaugurare la piattaforma già entro la fine del 2020. Sarà basata su una side chain – collegata ad altre blockchain principali attraverso un bridge – per velocizzare le transazioni azzerando i costi per gli utilizzatori, e prevederà l’utilizzo sia di un Token Non Fungibile per la gestione completamente anonima dei profili utenti, sia di un Token fungibile (denominato PVY) per la gestione delle ricompense e l’acquisto di servizi o prodotti”.  Il cambio di paradigma e la vera innovazione, sono previsti per il Q2 2021 quando sarà pronto un meccanismo per ricompensare gli utenti a fronte del tempo trascorso a fruire dei contenuti pornografici, secondo una filosofia che il Team di PornVisory non nasconde di aver mutuato dal più blasonato BAT ( Basic Attention Token ). 

Loading...
Commenti
    Tags:
    blockchainblockchain porno
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Flavia Vento torna nella casa Clamoroso, con lei entrano pure...

    GRANDE FRATELLO VIP 5 NEWS. GREGORACI FUORI DI SENO. FOTO

    Flavia Vento torna nella casa
    Clamoroso, con lei entrano pure...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot presenta la 508 Sport Engineered ibrida plug-in da 360 CV

    Peugeot presenta la 508 Sport Engineered ibrida plug-in da 360 CV

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.