Per segnalazioni: corporate@affaritaliani.it
A- A+
Corporate - Il giornale delle imprese
JTI Italia e Banco dell'energia, al via 'Condomini solidali'

Povertà energetica, JTI Italia e Banco dell'energia lanciano l'iniziativa 'Condomini solidali'

JTI Italia, fra i principali player del mercato italiano del tabacco e da sempre in prima linea sui temi della sostenibilità, ha contribuito alla realizzazione dell'iniziativa “Condomini solidali”, promossa da Banco dell’energia (la fondazione nata per sostenere le famiglie che si trovano in una situazione di fragilità economica e sociale con un focus sui bisogni energetici) e dalla Comunità di Sant’Egidio, che ha risposto all’emergenza abitativa nella Capitale promuovendo una rete di condomini protetti e cohousing.

Il progetto mira a fornire un aiuto concreto a oltre 80 famiglie residenti in 2 condomini di cohousing della Comunità di Sant’Egidio a Roma, che ospitano anziani in condizioni di vulnerabilità e altri soggetti fragili, attraverso il pagamento delle bollette e la formazione sul risparmio energetico e si inserisce in un ampio quadro di azioni contro la vulnerabilità, fenomeno che, come testimoniano i dati della Caritas diocesana, durante la pandemia nella sola città di Roma ha visto ben 7mila nuove famiglie chiedere sostegno per far fronte ai bisogni primari.

Un’area, quella della Capitale, particolarmente a rischio, in un quadro regionale già preoccupante: secondo i dati Istat pubblicati nel 2018, infatti, il Lazio è sul podio delle regioni con le maggiori percentuali di appartamenti poco o per nulla riscaldati e, stando ai report dell’OIPE (Osservatorio Italiano sulla Povertà Energetica), l’indice della povertà energetica tra il 2020 ed il 2021 ha subito un incremento di quasi l’1% a livello regionale. Le cause principali: i rincari del gas naturale, che hanno determinato anche l’aumento dei prezzi all’ingrosso dell’elettricità; circostanze poi ulteriormente aggravate dal conflitto russo-ucraino.

Numeri preoccupanti che spingono ad agire per contrastare la vulnerabilità economica e sociale e garantendo l’accesso a un paniere minimo di beni e servizi energetici. È con questa consapevolezza che il Banco dell’energia, con l’aiuto di JTI Italia, sostiene la Comunità di Sant’Egidio nel far fronte alle spese energetiche di 2 condomini dedicati al cohousing di soggetti fragili, tra cui anziani, disabili e richiedenti asilo. Oltre a garantire una maggiore inclusione nell’accesso all’energia tramite azioni di accompagnamento e sostegno economico, l’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere attività di formazione ed educazione per il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale e, infine, di rendicontare e analizzare il tessuto sociale coinvolto con un’attenta attività di monitoraggio e con la stesura di un report che determini l’impatto del progetto.

Marco Patuano, Presidente del Banco dell’energia ha commentato così l’avvio della partnership: "Le attività sul territorio sono preziose perché ci permettono di avere contezza della portata reale della povertà energetica e ci consentono di agire in maniera puntuale nei contesti di forte disagio in base alle loro specificità. Con l’iniziativa 'Condomini solidali' estendiamo ulteriormente il nostro raggio d’azione sul sostegno solidale a persone che versano in condizioni di fragilità economica e sociale". 

Banco dell’energia è l’ente promotore dell'iniziativa e curerà il coordinamento dell’intero progetto, occupandosi, inoltre, di analizzare i dati raccolti in forma anonima e di elaborare un report che fornirà una panoramica del contesto in cui il progetto si è sviluppato. La Comunità di Sant’Egidio, invece, si occuperà materialmente del pagamento delle utenze e individuerà i beneficiari dell’iniziativa.

"Le iniziative della Comunità di Sant’Egidio sono da sempre rivolte al sostegno dei soggetti fragili e a rischio di emarginazione sociale. Per questo, è per noi motivo di grande soddisfazione poter mettere in campo un progetto come quello di 'Condomini Solidali'", ha aggiunto l’Amministratore della Comunità di Sant’Egidio, Stefano Carmenati. "Permette, oltre che di sostenere concretamente le iniziative di Cohousing solidale, anche di garantire condizioni di vita dignitose ad alcune fasce di popolazione storicamente più vulnerabili e maggiormente esposte a situazioni di disagio sociale, come gli anziani, i disabili e i richiedenti asilo. Ci auguriamo che questo progetto possa essere sostenuto anche nei prossimi anni, e sia la prima di una lunga serie di interventi che vadano verso questa direzione". 

"Come JTI Italia siamo davvero orgogliosi di offrire il nostro contributo per una causa così importante", ha concluso Didier Ellena, Presidente e Amministratore Delegato di JTI Italia. "Siamo consapevoli di come gli ultimi anni siano stati complessi per le famiglie italiane; molte persone, a causa delle crescenti difficoltà economiche, hanno dovuto rinunciare persino ai propri bisogni primari, come alimentarsi in maniera corretta o riscaldare la propria abitazione. Per noi la sostenibilità sociale rappresenta uno dei pilastri fondamentali su cui basiamo ogni attività e, da sempre, cerchiamo di essere parte attiva nelle comunità in cui operiamo: per questo siamo fieri di essere al fianco di Banco dell’energia e Comunità di Sant’Egidio con progetti così importanti che possono davvero fare la differenza nelle vite di chi ne ha più bisogno". 

La situazione dei residenti nella città di Roma, infatti, si inserisce in un contesto di forte precarietà economica e sociale che investe l’intero Paese. L’8,5% dei nuclei familiari in Italia non può permettersi di sostenere i costi per il riscaldamento della propria casa, per oltre 2 milioni di famiglie in povertà energetica: questi i dati riportati dall’OIPE (Osservatorio Italiano sulla Povertà Energetica) che descrivono lo scenario seguito all’innalzamento dei costi dell’energia, aumentati rispettivamente del 35% e del 41% per elettricità e gas; cifre allarmanti se si considerano i 4 milioni di euro erogati dal governo per contrastare il fenomeno. Per la Fondazione Utilitatis, si tratta addirittura del 13% delle famiglie, pari a 3,5 milioni di persone. Senza contare i cittadini a rischio povertà ed esclusione sociale, che per il rapporto COOP 2022 sono ben 19,5 milioni.

In uno scenario preoccupante per molti, che guardano con timore al proprio futuro (il 74% dei rispondenti a una recente indagine di SWG si aspetta di incontrare difficoltà nel pagamento delle bollette nei prossimi mesi), il Banco dell’energia punta ad assumersi e a promuovere, anche grazie alla collaborazione di realtà come JTI Italia, un ruolo attivo di responsabilità sociale sui territori, quanto mai determinante per contrastare le condizioni di vulnerabilità che espongono al rischio povertà diverse migliaia di persone nella sola capitale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
jti 2023jti banco dell'energiajti condomini solidalijti didier ellenajti povertà energetica




Gli Scatti d’Affari

Intesa Sanpaolo e Fincantieri sostengono la energy transition nei trasporti

Gli Scatti d’Affari

Bauli, inaugurata a Milano la pasticceria "Minuto Bauli"

Gli Scatti d’Affari

Giorno della Verità, a Milano si accende il dibattito sul futuro dell'Italia

Gli Scatti d’Affari

Gallerie D'Italia - Milano, apre al pubblico la mostra "Felice Carena"

Gli Scatti d’Affari

ANBI, conclusa la quinta edizione del concorso fotografico 'Obiettivo Acqua'

Gli Scatti d’Affari

Intesa Sanpaolo lancia SPAZIOXNOI, un luogo di socialità per gli over 65

Gli Scatti d’Affari

EALA è il primo hotel sul Lago di Garda ad aggiudicarsi 2 Chiavi MICHELIN

Gli Scatti d’Affari

Open Fiber: annunciato il completamento del Piano BUL in Molise

Gli Scatti d’Affari

Futuro Direzione Nord: presentata la 22esima edizione ‘Road To Europe’

Gli Scatti d’Affari

Agici e Accenture: presentato il 24° Workshop dell'Osservatorio Utilities

Guarda gli altri Scatti

in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.