A- A+
Esteri

Grandi sorrisi e uno scroscio di applausi. Così il presidente è stato accolto sulla scalinata del Campidoglio per la cerimonia ufficiale del giuramento che ha dato inizio al suo secondo mandato alla Casa Bianca.

Ad attenderlo, oltre 700mila persone, i leader del Congresso: il presidente della Camera John Boehner, il leader di minoranza alla Camera Nancy Pelosi, il leader di maggioranza al Senato Harry Reid e il leader di minoranza Mitch McConnell.

Tra gli ospiti una nutrita rappresentanza, bipartisan, del Parlamento.  Il presidente, quindi, ha pronunciato il giuramento promettendo di "proteggere e difendere" la Costituzione americana giurando su due bibbie, quella appartenuta a Lincoln e l’altra a Martin Luther King. Oltre a lui, ha giurato anche il vice presidente Joe Biden.

 


Obama giura in Campidoglio: al via il secondo mandato


Obama arriva al Campidoglio, per lui scroscio di applausi


Prima dell'inizio della cerimonia, Obama ha postato un messaggio su Twitter. "Sono onorato e grato che abbiamo una chance per finire quello che abbiamo cominciato. Il nostro lavoro comincia oggi. Let’s go!", ha scritto

Dopo il discorso di Obama il poeta di origine cubana Richard Blanco ha letto una poesia, poi la benedizione e infine l'inno nazionale cantato da Beyoncè

LA CRONACA DEL DISCORSO

OBAMA CITA LA COSTITUZIONE, RICHIAMO A DEMOCRAZIA E UNITA' "Ogni volta che ci riuniamo per l'inagurazione di un presidente testimoniamo la forza duratura della nostra Costituzione". Cosi' Barack Obama ha aperto il suo discorso inaugurale dopo il giuramento, con un appello a rilanciare i valori della democrazia e dell'unità

PRIORITA' E' RIDURRE DEFICIT, PUNTARE SU MIDDLE CLASS Barack Obama giura per il suo secondo mandato e tra le sue priorità elenca la necessità di fare dure scelte per ridurre il deficit e i costi della salute e ha ricordato che "la prosperità dell'America" si fonda "sulle larghe spalle di una classe media forte".

 AVANTI COME UNA SOLA NAZIONE E POPOLO SOLO "Ciò che ci unisce come nazione non è il coloro della nostra pelle ne' l'origine dei nostri nomi, ma che tutti gli uomini sono creati uguali e hanno diritti inalienabili", ha proseguito il presidente americano, che in tema di "uguaglianza" per e tornato sui diritti "dei nostri fratelli e delle nostre sorelle gay", ha detto, vanno garantiti.

IL VIAGGIO NON E' FINITO; DOBBIAMO AGIRE SUBITO "Il nostro viaggio non è finito", ha ammonito il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nel suo discorso inaugurale elencando le sfide che attendono gli Usa. "E dobbiamo agire subito - ha rimarcato - dobbiamo intervenire”

FINITO DECENNIO GUERRE ORA PENSIAMO CRESCITA ECONOMIA  Con il ritiro delle truppe in Iraq e quello dell'Afghanistan a fine 2014, "è finito un decennio di guerre ed ora deve cominciarne uno di sviluppo economico", ha promesso Barack Obama.

INSIEME AD ALLEATI PER UN MONDO PACIFICO SENZA GUERRE Barack Obama in politica estera punta a rinnovare le "forti alleanze" con i partner degli Stati Uniti nel mondo, con l'obiettivo di riuscire a costruire insieme "un mondo pacifico". "L'America - ha ricordato il presidente dopo il giuramento per il suo secondo insediamento - conta su forti alleanze in ogni angolo del mondo", e , "intendiamo appoggiare la democrazia ovunque, dall'Asia all'Africa, dal Sud America al Medio Oriente nel nome di quanti aspirano alla democrazia". Obama ha aggiunto che "pace e sicurezza durevoli non richiedano un conflitto perpetuo"

DIRITTI GAY, DONNE E IMMIGRAZIONE NELL'INTERVENTO DI OBAMA "Spetta alla nostra generazione portare avanti ciò che i nostri padri fondatori hanno iniziato", ha detto Obama dopo aver citato la Costituzione americana. "Il nostro viaggio non sarà finito fino a quando i nostri fratelli e le nostre sorelle gay saranno trattati come gli altri davanti alla legge - ha rimarcato - perchè se siamo stati creati tutti uguali allora anche l'amore con cui ci impegniamo verso l'altro deve essere lo stesso". Sul fronte dell'immigrazione "il nostro viaggio non sarà finito - ha proseguito - fino a quando non avremo trovato vie migliori per accogliere esuli provati pieni di speranza che vedono nell'America la terra delle opportunità'". Tra le priorità della sua agenda per il secondo mandato, anche le pari opportunità per le donne perché "il nostro viaggio non sarà finito - ha concluso - fino a quando i risultati da loro ottenuti non saranno commisurati ai loro sforzi".

Anche gli astronauti nello spazio hanno seguito l'inaugurazione del secondo mandato di Barack Obama. Lo ha reso noto la Nasa. Sulla stazione spaziale internazionale lavorano attualmente 6 astronauti tra americani, russi e canadesi. "Abbiamo potuto seguire perfino la parata da quassu'", ha commentato su Twitter dallo spazio l'astronauta canadese Chris Hadfield

Sono previsti 220 ospiti nella sala delle statue del Congresso americano per il tradizionale pranzo che si tiene dopo l'inaugurazione. L'antipasto e' a base di aragosta con spinaci e patate dolci. Il piatto principale prevede bisonte grigliato del Sud Dakota, pure' di zucchine, fagiolini e cavolo rosso.

Seguiranno dessert e formaggi compresa l'immancabile "Apple Pie", la torta di mele in stile Hudson Valley per l'occasione. Nel 2009, durante il pranzo, Obama non assaggio' nulla e passo' il tempo tra i tavoli degli ospiti, quasi come uno sposo al suo matrimonio. I sui predecessori avevano sempre mangiato

Tags:
obamagiuramentopresidenteusa

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.