A- A+
Esteri

I consiglieri regionali del Pd del Piemonte hanno formalizzato, come annunciato, le dimissioni dagli incarichi istituzionali. Le dimissioni riguardano il vicepresidente del consiglio regionale, Roberto Placido, il presidente della giunta per le autorizzazioni, Rocco Muliere, e i vicepresidenti di alcune Commissioni.

La decisione è stata presa all'unanimità dal gruppo del partito con il segretario piemontese Gianfranco Morgando, in un incontro che si è svolto questa mattina in previsione della direzione regionale di lunedì. La decisione di rinviare di tre mesi l'abbandono dell'assemblea è legata alla necessità di consentire approvare del bilancio regionale.

Il Consiglio regionale del Piemonte è nella bufera dopo che per 43 suoi membri la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per lo scandalo delle "spese pazze" e cioè dei rimborsi chiesti dal fondo dei gruppi pere spese personali di ogni genere, dai ristoranti alle baby sitter, da abbigliamento di lusso a centri estetici. L'imputazione di peculato riguarda anche il governatore leghista Roberto Cota. Per tutti i consiglieri Pd che erano stati raggiunti da avviso di garanzia i giudici hanno chiesto l'archiviazione.

Tags:
piemontepddimissioni
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Nuova Opel Astra Sports Tourer è “Auto Familiare del 2022”

Nuova Opel Astra Sports Tourer è “Auto Familiare del 2022”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.