A- A+
Esteri
Ucraina, gruppo Wagner verso il corridoio di Suwalki in Polonia
(FOTO LAPRESSE)

Polonia, miliziani Wagner verso Suwalki; situazione pericolosa

Un centinaio di combattenti della brigata Wagner si starebbero dirigendo verso il corridoio di Suwalki, che collega il territorio della Bielorussia con la regione russa di Kaliningrad, vicino al confine della Polonia con Lituania. Lo ha detto il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki secondo quanto riferisce la stampa locale. "Abbiamo informazioni che oltre 100 mercenari del gruppo Wagner di stanza in Bielorussia si sono spostati verso il passo Suwałki - ha detto Morawiecki - la situazione sta diventando ancora più pericolosa". Alla domanda se Polonia e Lituania chiuderanno i loro confini con la Bielorussia, il primo ministro polacco ha aggiunto che è una ipotesi che "consideriamo". Durante una visita a Gliwice, città industriale nel sud del paese, il capo del governo polacco ha detto che "da quasi due anni abbiamo a che fare con un attacco permanente al confine polacco. Solo quest'anno ci sono stati 16.000 tentativi di attraversarlo illegalmente da parte di immigrati, che Vladimir Putin e Aleksandr Lukashenko stanno cercando di portare in Polonia, vogliono spingere in Polonia". "Ora la situazione è ancora più pericolosa. Abbiamo informazioni che oltre 100 mercenari del gruppo Wagner si sono spostati verso l'istmo di Suwałki vicino a Grodno in Bielorussia", ha detto Morawiecki, secondo cui “questo è un passo verso un ulteriore attacco ibrido al territorio polacco”. "Probabilmente saranno travestiti da guardie di frontiera bielorusse e aiuteranno gli immigrati clandestini a entrare nel territorio polacco, destabilizzeranno la Polonia, ma probabilmente cercheranno anche di infiltrarsi in Polonia fingendosi immigrati clandestini, e questo crea ulteriori rischi", ha aggiunto.

Bielorussia: Polonia, wagneriti potrebbero fingersi migranti per entrare in Ue'

I mercenari della Wagner potrebbero aiutare i migranti illegali a entrare nell'Unione Europea o fingersi essi stessi migranti in un ennesimo tentativo di destabilizzazione. E' l'allarme lanciato dal premier polacco Mateusz Morawiecki, mentre cresce la pressione sul suo Paese dopo l'arrivo dei 'wagneriti' in Bielorussia e le minacce di 'marcia su Varsavia' del presidente bielorusso Aleksander Lukashenko. Nell'ambito della "guerra ibrida" che Minsk da tempo conduce contro l'Europa Wagner potrebbe anche facilitare nuovi ingressi illegali dalla Bielorussia, come già fatto negli anni scorsi ai confini di Polonia e Lituania. Secondo il premier, un centinaio di miliziani si sarebbe trasferito nei pressi del corridoio di Suwalki, un lembo di terra lungo circa 65 km posto a cavallo del confine tra Lituania e Polonia, che collega la Bielorussia all'exclave russa di Kaliningrad. "Adesso la situazione sta diventando ancora più pericolosa - ha avvertito Morawiecki, parlando nel corso di una conferenza stampa in una fabbrica di armi a Gliwice, nel sud del Paese - Questo è certamente un passo verso un altro attacco ibrido al territorio polacco".

"Probabilmente - ha sostenuto il premier - si travestiranno da guardie di frontiera bielorusse e aiuteranno gli immigrati clandestini a entrare in territorio polacco, destabilizzando la Polonia, ma probabilmente cercheranno anche di infiltrarsi in Polonia fingendosi immigrati clandestini, e questo crea ulteriori rischi".

Wagner si è trasferito in Bielorussia dopo essere costretto a lasciare l'Ucraina il mese scorso a seguito della fallita rivolta contro la leadership di Mosca guidata da Yevgheny Prigozhin.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
poloniaucrainawagner





in evidenza
Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo

Cronache

Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.