A- A+
Green
Spreco, Fondazione Banco Alimentare: "Impegno 365 giorni l'anno"

La giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare

Un giorno per riflettere, tutto l’anno per impegnarsi. In occasione della 9° Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, che ricorre il 5 febbraio 2022, il Banco alimentare, traccia un bilancio della sua attività e sottolinea l’importanza di impegnarsi ogni giorno per salvare il cibo ancora buono dallo spreco.

Dal 1989 infatti la rete delle 21 Organizzazioni del Banco Alimentare ridistribuisce gratuitamente le eccedenze recuperate da tutta la filiera (ortofrutta, industria agro-alimentare, grande distribuzione, ristorazione) a oltre 7.500 strutture caritative convenzionate (mense per i poveri, comunità per i minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza etc..) che sostengono circa 1.700.000 di persone bisognose. I dati preliminari del 2021 indicano che sono state recuperate 46mila tonnellate di alimenti, un risultato importante a fronte del dramma della povertà alimentare che secondo le rilevazioni Istat, colpisce nel nostro paese 5,6 milioni di individui, un milione in più a causa della crisi dovuta alla pandemia.

Il settore in cui i recuperi, da parte della rete Banco Alimentare sono maggiormente cresciuti, si conferma anche nel 2021 quello della Grande Distribuzione Organizzata, dove si è passati da circa 5mila tonnellate nel 2016 – anno di entrata in vigore della Legge Gadda - a oltre 12mila nel 2021, grazie all’aumento di punti vendita virtuosi.

“Giornate come questa servono per riflettere su un utilizzo più consapevole e sostenibile delle risorse disponibili, in primis il cibo – afferma Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare onlus – ma l’attenzione allo spreco alimentare deve essere mantenuta alta tutto l’anno. L'Italia è stato il primo paese al mondo a dotarsi di una legge che presenta un approccio strategico al problema dello spreco alimentare, la Legge 166 del 2016 detta Legge Gadda: ha certamente favorito la diffusione di una cultura del recupero, in una logica di economia circolare, perché sempre più cittadini dimostrano di essere sensibili a questi aspetti. Ci auguriamo però che i comportamenti dei singoli, ancora in buona parte responsabili dello spreco attuale, siano rivolti tutti i giorni a limitare la quantità di cibo buttata nella spazzatura e che le aziende alimentari continuino a donare le eccedenze, fisiologiche in un processo di produzione, ma sostegno prezioso per tante persone in stato di bisogno”.

Il recupero delle eccedenze alimentari contribuisce a sostenere le strutture caritative che aiutano chi è in difficoltà ma ha anche un impatto concreto sulla sostenibilità ambientale: 54mila tonnellate è la cifra del risparmio di CO2 ottenuto grazie all’attività di Banco Alimentare nel 2021.

Commenti
    Tags:
    banco alimentaresprecospreco alimentare





    in evidenza
    Giorgia Meloni compare in video e il cane impazzisce

    MediaTech

    Giorgia Meloni compare in video e il cane impazzisce

    
    in vetrina
    Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League

    Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League


    motori
    Lancia svela la Ypsilon HF e annuncia il ritorno nei Rally Gr4

    Lancia svela la Ypsilon HF e annuncia il ritorno nei Rally Gr4

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.