A- A+
Lavoro
SiteMinder, il leader mondiale di tecnologia alberghiera si rafforza e cresce

SiteMinder, leader mondiale di tecnologia alberghiera per l'acquisizione di ospiti, ha concluso una raccolta di capitale da investitori di tutto il mondo, trainata dai titoli azionari gestiti dalla società di investimenti BlackRock. In seguito alla raccolta, terminata nel gennaio 2020, il valore societario di SiteMinder è stato stimato intorno agli 1,1 miliardi di dollari australiani. La società, che nel corso dell’anno appena concluso ha elaborato 105 milioni di prenotazioni alberghiere presso oltre 35.000 strutture di tutto il mondo e ha superato i 100 milioni di AUD in ricavi ricorrenti (di cui l’80% generati al di fuori del mercato australiano), utilizzerà il capitale raccolto per finanziare la crescita aziendale e lo sviluppo tecnologico con strategie volte ad accelerare il lancio di prodotti e servizi in nuovi mercati, e con investimenti in attività di ricerca e sviluppo presso la sede di Sydney. SiteMinder inoltre prevede di continuare l'espansione a livello internazionale e ad assumere nuovo personale in aggiunta agli oltre 900 dipendenti attuali, che operano nelle sei sedi di Sydney, Bangkok, Dallas, Galway, Londra e Manila. Tra gli investitori troviamo AustralianSuper, Pendal Group ed Ellerston (tramite il fondo Ellerston JAADE Private Assets Fund).  Le tecnologie di SiteMinder sono attualmente disponibili in otto lingue, mentre gli incaricati all'assistenza clienti parlano undici lingue diverse. Secondo Sankar Narayan, CEO della società, è il momento migliore per sfruttare al meglio il potenziale dell'industria ricettiva online; si tratta di un mercato cresciuto dell'11% all'anno negli ultimi tre lustri e con notevoli possibilità di espansione, visto e considerato che genera ancora meno della metà delle prenotazioni alberghiere totali. "Il panorama globale delle innovazioni alberghiere diventa più frammentato di giorno in giorno e le tecnologie sona ancora lontane dalla conquista totale di questo settore. Siamo quindi entusiasti di poterci riconfermare leader mondiali per molto tempo a venire grazie all'aiuto di nuove preziose collaborazioni. Gli investimenti ottenuti ne sono la prova concreta e supportano le nostre strategie di espansione, volte a creare la piattaforma alberghiera più grande e più aperta al mondo", ha dichiarato Narayan. Michael Dennis, Responsabile del mercato dei capitali per la regione Asia-Pacifico presso BlackRock, sostiene che: "I mercati privati australiani offrono allettanti opportunità di investimento. Siamo contentissimi di aver puntato su SiteMinder e sulla sua espansione, nella sicurezza che non ci deluderà e che riconfermerà la sua posizione di leader nel settore".

Commenti
    Tags:
    sitemindertecnologia alberghierasydneybangkokdallasgalwaylondramanilasankar narayanmichael dennis
    in evidenza
    Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

    Dolorosa esperienza negli USA

    Il trauma di Romina Carrisi
    "Ho lavorato negli strip club"

    i più visti
    in vetrina
    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


    casa, immobiliare
    motori
    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.