A- A+
MediaTech
Belen, Bocci, Pausini: le star più pericolose del web

Belen Rodriguez, Marco Bocci, Laura Pausini: sono gli artisti italiani “più cattivi” del web. Nulla di personale: è il risultato di un'indagine di Intel Security che analizza i nomi delle star che più spesso fanno da esca per virus e malware.

In Italia la Intel Security Most Dangerous Celebrities ha evidenziato una percentuale di rischio del 14,44% connessa alla ricerca di materiali legati a Belen Rodriguez (che guadagna una posizione rispetto allo scorso anno), mentre Marco Bocci si colloca al secondo posto con il 10.69% di rischio. A rischio anche due musicisti: Laura Pausini al 3° posto e Fedez al 5°. La la coppia al centro del gossip Buffon D’Amico è separata da tre posizioni, tra la 4° e l’8° posizione. Michelle Hunziker ed Elisabetta Canalis si aggiudicano 6° e 7° posto.

Allargando lo sguardo al resto dl mondo, la star più pericolosa in assoluto è il dj Armin van Buuren. Usher rimane al terzo posto tra Luke Bryan al secondo e Britney Spears al numero 4. Chiudono la classifica Amy Schumer (7°), Betty White (8°), Lorde (9°) e Nina Dobrev (10°). La musica nasconde virus, come dimostra la presenza di 7 musicisti nella top 10.

Anche se non fanno il loro ingresso nella top ten quest’anno, molti attori entrano nella top 30, tra cui: Antonio Banderas (14°), Nicole Kidman (15°), Zac Efron (17°), Natalie Portman (18°), Sandra Bullock (19°), Jennifer Lawrence (20°), Kate Mara (22°), Penelope Cruz (27°), Rooney Mara (28°), Scarlett Johansson, Jessica Alba, e Naomi Watts (pari al 29°).

I cybercriminali sono costantemente alla ricerca di modi per sfruttare l'interesse che si crea intorno eventi culturali che hanno molto seguito, come gli show dei vari awards, i nuovi film e gli spettacoli televisivi, così come i nuovi album in uscita e le ultime tendenze ispirate dalle celebrità. Questi criminali sfruttano il fascino del pubblico per celebrità e riescono ad attirarlo verso siti pieni di malware, che possono consentire loro di rubare password o informazioni personali.

"Con la cultura frenetica di oggi e il desiderio di informazioni in tempo reale, spesso clicchiamo su siti dove possiamo trovare rapidamente informazioni e intrattenimento, senza considerare le implicazioni di sicurezza e protezione", ha dichiarato Stacey Conner, esperto di sicurezza online di Intel Security. "I criminali informatici sfruttano questa esigenza di immediatezza, inducendo le persone a visitare siti non sicuri che possono rubare dati personali."

Dalla ricerca di quest’anno emerge che le persone che cercano di scaricare o ascoltare musica gratuitamente siano particolarmente a rischio. “Le combinazioni dei nomi delle celebrità con i termini MP4 gratis, download HD, o torrent sono alcuni dei termini più ricercati sul Web", continua Conner. "Quando gli utenti ricercano musica che non sia stata resa disponibile attraverso i canali legittimi, mettono le loro vite digitali e i loro dispositivi a rischio".

 

COME PROTEGGERSI

Accanto alla ricerca, Intel ha fornito anche alcuni consigli, utili per evitare virus e malware.

1- Prestare attenzione alle pagine in cui richiedono di scaricare qualsiasi cosa prima di fornire il contenuto. Si consiglia di guardare i video in streaming o scaricare i contenuti da siti ufficiali di content provider. Per esempio per gli ultimi episodi Amy Schumer è meglio visitare ComedyCentral.

2- Assicurarsi di utilizzare uno strumento di ricerca sicuro in grado di segnalare la pericolosità del link prima di visitarlo. Per le ultime notizie, meglio affidarsi alle fonti riconosciute.

3- Non scaricare video da siti sospetti. Potrebbe essere sufficiente il buonsenso, ma vale la pena di ripeterlo: non scaricare nulla da un sito web di cui non si ha piena fiducia - in particolare video. La maggior parte delle clip di notizie che ci si vuole vedere può essere facilmente trovato su siti di video ufficiali, e per vederli non è necessario scaricare nulla. Se un sito web offre un video esclusivo solo per il download, non fatelo.

4- I termini "Download gratis" sono significativamente i termini di ricerca a più elevato rischio di contagio. Chiunque sia alla ricerca di video o file da scaricare deve fare molta attenzione per non ritrovarsi il proprio computer carico di malware.

5- Utilizzare sempre password per la protezione del telefono e altri dispositivi mobili. Se il telefono viene perso o rubato, chi raccoglie il dispositivo potrebbe pubblicare le informazioni on-line.

6- Non "registrarsi" o effettuare “log-in” o fornire qualsiasi altra informazione: se per poter accedere a un’esclusiva sui propri beniamini si riceve un messaggio di testo o e-mail o si visita un sito web di terze parti che richiede informazioni relative alla propria carta di credito, email, indirizzo di casa, credenziali di accesso a Facebook, o altre informazioni, non compilare niente del genere. Tali richieste sono una tattica di phishing abbastanza diffusa che potrebbe portare al furto di identità.

 

Tags:
belen rodriguezmarco boccilaura pausinivirusmalwareintel
in evidenza
"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!

La kermesse di Affari dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!


in vetrina
Scatti d'Affari ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022

Scatti d'Affari
ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022


casa, immobiliare
motori
 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire

 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.