A- A+
MediaTech


“Non ho nessun interesse a far chiudere Radio Radicale ma bisogna trovare una soluzione che tuteli i posti di lavoro senza aiuti diretti dello Stato”. Lo ha affermato il vicepremier Luigi Di Maio parlando a Radio Anch’io, su Radio Rai 1.

“Serve una soluzione che tuteli tutte le radio italiane. In questi anni l’intervento diretto dello Stato ha creato squilibri” e “non dimentichiamo che anche quest’anno prenderà milioni di euro”, ha spiegato ancora il vice premier e ministro Mise. “E’ necessaria una soluzione. Non voglio far perdere il posto a qualcuno”.

Di Maio, si legge su www.primaonline.it, ha poi invitato il deputato Pd Roberto Giachetti a sospendere lo sciopero della fame e della sete, iniziato a sostegno dell’emittente lo scorso 16 maggio, per cui ora si trova in ospedale.A Giachetti ieri si è rivolto anche il Cdr di Radio Radicale, ringraziandolo per “la sua generosa iniziativa nonviolenta” e chiedendogli di “sospendere almeno lo sciopero totale della sete per riorganizzare insieme la lotta per la vita di Radio Radicale”.

Commenti
    Tags:
    radio radicale
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Temptation Island 2021, ecco le coppie e i tentatori in gara

    Temptation Island 2021, ecco le coppie e i tentatori in gara


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

    Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.