A- A+
MediaTech
Rai, Draghi vuole cambiare i vertici. Possibile ritorno per Lilli Gruber

Rai, Draghi vuole cambiare i vertici. Possibile ritorno per Lilli Gruber

Il governo Draghi è impegnato nella difficile lotta alla pandemia. L'emergenza Coronavirus continua in tutta Italia, ma non è l'unico problema che l'esecutivo deve affrontare. C'è da fronteggiare anche la grave crisi economica, che ha messo in sofferenza anche le casse dello Stato. Tra le varie componenti in crisi c'è anche la tv pubblica, la Rai. Il premier - si legge sulla Stampa - avrebbe chiesto e ottenuto un quadro sulla situazione in Rai ottenendo dati allarmanti su due fronti: conti in rosso e ascolti tv bassi. Ci sarebbe stata una riunione preliminare per inquadrare problemi e tempistiche. Fortunatamente per il governo, tutto scadrà entro l’estate: consiglio di amministrazione, amministratore delegato e presidente. Poi, a cascata direttori di rete e di Tg. E sul Tg1, tra i partiti, si combatte già una battaglia di nervi e di veti. Primo problema: i conti. La situazione in Rai è drammatica e l’eterna lottizzazione si è radicalizzata. L’ad Fabrizio Salini a fine aprile consegnerà il bilancio che necessita dell’ok degli azionisti, in primis del Tesoro. Sul tavolo c’è un buco da 50 milioni, a cui si aggiungeranno altri 30-40 milioni di mancati incassi per i canoni speciali (da alberghi e palestre, chiusi col lockdown).

Sul lato degli ascolti le cose non sono andate meglio. Nonostante la platea degli spettatori sia aumentata, per la pandemia che ha costretto gli italiani in casa, lo share è calato di un punto. E Netflix, Amazon e le nuove piattaforme continuano a succhiare ascolti. Andreatta e Dal Brocco, sono i candidati favoriti a guidare Viale Mazzini. Ma la partita è ancora all'inizio. Si valutano oltre ai vertici, i possibili nomi di direttori di rete e direttori dei telegiornali. Probabile - prosegue la Stampa - che le scelte cadano su figure di garanzia, capaci di traghettare l’informazione politica nei delicatissimi mesi che andranno dalle elezioni nelle grandi città alla partita del Quirinale. Tra i nomi più accreditati per la guida del Tg1 ci sono Lilli Gruber e Antonio Di Bella, apprezzato trasversalmente. In caso non dovesse farcela, per lui si potrebbero aprire le porte del Tg3, con Mario Orfeo pronto a prendere il posto di Coletta a Rai1. Sempre che non la spunti Monica Maggioni. Data anche come possibile direttrice del Tg1, ieri ha ricevuto da Salini la nomina a capo struttura del suo stesso programma “Sette storie”, per tanti una premessa per il salto al vertice della rete.

Commenti
    Tags:
    raimario draghivertici raisaliniascolti tv raililli gruberandreattatg1
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il vaccino preferito dagli italiani? Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    Covid vissuto con ironia

    Il vaccino preferito dagli italiani?
    Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    i più visti
    in vetrina
    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno

    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati

    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.