A- A+
Milano
Airframe di Over, aria nuova per le scuole

Airframe di Over, aria nuova per le scuole

L’inquinamento indoor rappresenta una minaccia per la salute, grave quanto l’inquinamento outdoor, ma rispetto a quest’ultimo troppo a lungo sottovalutato. Negli ultimi anni l'attenzione sul problema è fortunatamente aumentata.

Molte le ricerche e gli studi che hanno affrontato la questione e l'innovazione tecnologica ha consentito di sviluppare dispositivi di purificazione dell'aria come AirFrame, prodotto da OVER, azienda italiana che ha brevettato la tecnologia CrossField. Nei paesi occidentali le persone trascorrono quasi il 90% del tempo in ambienti chiusi. Questo dato impone la necessità di prevenire le conseguenze dell’inquinamento indoor a partire da quelli, come le scuole, dove i soggetti più esposti e vulnerabili sono i bambini e gli adolescenti. Infatti, è su queste fasce d’età –c ome dimostrano molti studi internazionali, tra i quali quelli dell’American Lung Association, dei ricercatori della Chang Gung University di Taiwan, del team di esperti che ha pubblicato un dettagliatissimo studio sul prestigioso Journal of Building Engineering– che si concentra il maggiore fattore di rischio poiché hanno una frequenza respiratoria più alta di quella degli adulti e inalano una quantità di aria maggiore in rapporto alla massa corporea.

L’Istituto Superiore di Sanità nel 2020 ha pubblicato il rapporto “Qualità dell’aria indoor negli ambienti scolastici”, a sottolineare quanto il tema sia divenuto centrale nell’agenda delle politiche di sanità pubblica. L’inquinamento indoor nelle scuole non rappresenta solo un rischio per la salute ma costituisce un fattore di rallentamento dello sviluppo cognitivo, come hanno evidenziato numerose ricerche in materia. Il Decreto della Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 luglio 2022 – “Linee guida sulle specifiche tecniche in merito all’adozione di dispositivi mobili di purificazione e impianti fissi di aerazione e agli standard minimi di qualità dell’aria negli ambienti scolastici e in quelli confinati degli stessi edifici” – ha creato la cornice normativa per l’installazione e l’utilizzo nelle scuole di dispositivi in grado di abbattere gli inquinanti nei luoghi chiusi. L'installazione di dispositivi di purificazione dell'aria negli ambienti scolastici diviene oggi, non solo sulla base delle evidenze scientifiche ma anche degli indirizzi del Governo, un passaggio indispensabile per tutelare il benessere, la salute e lo sviluppo cognitivo dei più giovani.

In questa prospettiva la partnership siglata tra OVER e Datamatic - distributore di tecnologia B2B presente sul mercato da 50 anni - rappresenta lo strumento per mettere a disposizione delle scuole l' AirFrame® di OVER. “L’impegno quotidiano di OVER –dichiara Andrea Lanna General Manager di OVER– è lo sviluppo continuo di prodotti e servizi per aumentare la sostenibilità degli edifici e il benessere delle persone. Sulla base dei dati che riceviamo quotidianamente da oltre 8.000 sensoriper il monitoraggio della qualità dell’aria indoor installati da oltre 4 anni su uffici, palestre, retail e scuole, ci rendiamo conto quanto il problema è importante. Partendo da questi dati abbiamo sviluppato il nostro purificatore di aria Airframe completamente sostenibile, senza alcun filtro meccanico che è possibile pulire con una semplice salvietta. È per noi un enorme piacere poter promuoverlo nel le scuole dove, insieme agli insegnanti, ci sono bambini e adolescenti che sono le persone che hanno maggiore bisogno di protezione e che potrebbero essere maggiormente affetti dalle conseguenze dall’inquinamento".

Non dobbiamo pensare all’AirFrame come un tradizionale purificatore d’aria, è molto di più, perché migliora la salute e la qualità della vita delle persone. Grazie alla tecnologia proprietaria CrossField® elimina il 99,9% del particolato fine (compreso quello ultrafine), allergeni, virus, batteri, funghi, spore e muffe. AirFrame® è l’unico purificatore d’aria, che non solo sanifica ma è dotato anche di sistemi di monitoraggio della qualità dell’aria (real-time e dati storici) che consentono di avere informazioni riguardo a situazioni potenzialmente pericolose per la salute, che è anche sostenibile perché oltre a essere prodotto in materiale riciclato non produce filtri di scarto. Come funziona la tecnologia CrossField®? L’aria viene prima convogliata in un filtro elettrostatico che, come una grande calamita, intrappola gli agenti inquinanti e bioinquinanti su delle piastre metalliche. Successivamente l’aria passa attraverso i raggi UV-C dove il processo di sanificazione è completato.

La combinazione tra le due tecnologie è la chiave del successo di CrossField: infatti, il primo stadio di filtrazione, oltre a catturare gran parte degli inquinanti anche più piccoli, è in grado di ridurre la capacità protettiva degli agenti biologici (es. batteri, muffe) e rendere l’effetto del UV-C molto più efficace di un normale trattamento. Questa combinazione di tecnologie uniche sviluppate da OVER permette a CrossField® di essere efficace sui bioinquinanti dove le altre tecnologie di filtraggio falliscono.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
scuole






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.