A- A+
Milano
Caso Nigeria, i pm di Brescia chiedono il processo per De Pasquale e Spadaro

Caso Nigeria, i pm di Brescia chiedono il processo per De Pasquale e Spadaro

La Procura di Brescia con i pm Carlo Milanesi e Donato Greco ha insistito nel chiedere il processo per il procuratore aggiunto di Milano Fabio De Pasquale e l'ex sostituto Sergio Spadaro, ora alla procura europea antifrode, imputati di rifiuto d'atti di ufficio nel processo Eni-Shell/Nigeria. In un intervento durato poco meno di un'ora i rappresentanti della pubblica accusa hanno evidenziato come i due colleghi milanesi non avrebbero messo a disposizione "volontariamente" alle difese "elementi di prova" a loro favorevoli come chat Whatsapp e anche un video acquisiti nell'indagine sul cosiddetto 'Falso complotto'. La parola e' passata ora ai legali dell'imprenditore ed ex vice console onorario nigeriano Gianfranco Falcioni (parte civile) e al ministero della Giustizia citato come responsabile civile. La discussione verra' chiusa dall'avvocato Caterina Malavenda, che difende entrambi gli imputati.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
caso nigeriade pasqualeeni-shellspadaro






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.