A- A+
Milano
Centrosinistra, Majorino ci crede: "La Lombardia vuole cambiare"
Pierfrancesco Majorino

Centrosinistra, Majorino ci crede: "La Lombardia vuole cambiare"

Piefrancesco Majorino, candidato del centrosinistra alle regionali in Lombardia, punta al ribaltone sul centrodestra forte dell'unità della coalizione anche con il M5S. Le priorità del suo programma, come ha spiegato a Milano nel corso della presentazione del suo programma al Piccolo Teatro di Milano, sono sanità, ambiente e lavoro. "Al primo posto c'è sicuramente la sanità - ha spiegato l'esponente del Pd esponendo il suo programma a Milano - perchè i cittadini non ne possono piu' di una sanita' gestita così.  A chi e' in lista d'attesa si dice di andare nel privato a pagare, la situazione non puà continuare così. La sanità in lombardia è discriminatoria" 

Ambiente e inquinamento

Altra questione molto dibattuta è quella ambientale, su cui destra e sinistra propongono ricette diverse. "C'è un'altra grande questione che è quella ambientale - ha rimarcato Majorino - anche perchè siamo la regione più inquinata d'Europa, ciò vuol dire che servono misure radicali volte al trasporto pubblico, ribaltare positivamente la gestione di Trenord e agevolare, anche prevedendo la gratuità, l'utilizzo del trasporto pubblico regionale per gli under 25. Inviterò come presidente di Regione le altre Regioni padane del Nord a fare insieme una grande strategia per fare politiche contro l'inquinamento". 

"La lega è nel panico. Su termovalizzatori fake news"

In merito allo stato di salute dei suoi avversari, poi, Majorino ha punzecchiato la Lega dicendo che "è un partito in preda al panico perchè sta per essere massacrato in Regione Lombardia... "I cittadini non ne possono più di una sanità gestita così - ha rincarato la dose - e a chi è in lista d'attesa si dice di andare nel privato a pagare. Questo per me è inaccettabile".

Rifiuti, la risposta di Majorino a Fontana

Sulla polemica che la Lega, tramite il governatore Attilio Fontana, ha aperto sui termovalorizzatori, Majorino ha risposto che "Fontana con i suoi alleati ha diffuso una panzana assoluta. Nessuno vuole chiudere gli impianti di smaltimento dei rifiuti. Anzi, il nostro modello è Brescia dove l’amministrazione di Emilio Del Bono sta per investire 100 milioni di euro in impianti rinnovati che miglioreranno la vita dei bresciani. Una buona amministrazione che fa a differenza di Fontana che si dimostra propalatore di fake news nel miglior stile della Lega salviniana amica di Putin”. 

L'attenzione all'ambiente e all'emergenza casa

Sempre nel corso della presentazione del suo programma, Majorino ha parlato dell'importanza anche dell'emergenza casa, dove in Lombardia ci sono "15mila alloggi vuoti di proprieta' della Regione". "Il nostro - ha aggiunto il candidato del centrosinistra alle regionali lombarde - è un cantiere aperto. In giro c'e' molta voglia di cambiamento, non solo a Milano ma in tutta la regione, anche in territori tradizionalmente difficili per il centrosinistra c'e' la nessita' di un cambiamento". 

Il dilemma Trenord: sì o no alla messa a gara?

Tema caldo della campagna elettorale è anche il trasporto pubblico. Letizia Moratti, che corre come candidata presidente per il Terzo Polo alle regionali in Lombardia, ha infatti proposto di mettere a gara la gestione di Trenord, "Ci si può pensare - ha detto Majorino a margine della presentazione del programma elettorale al Piccolo Teatro Studio Melato - ma non partirei da lì. Come prima cosa c'è il rischio di privatizzare Trenord ma non ho un atteggiamento ideologico". 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elezioni regionalilombardiamajorino







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.