A- A+
Milano
Corbetta: "Lega valorizza il territorio. Grilli in Ue? Io Regalo la polenta"

"La Lega è la Lombardia, gli elettori sanno che noi siamo nati per difendere e valorizzare questo territorio". Alessandro Corbetta, consigliere regionale della Lombardia, è il capolista della Lega nella provincia di Monza-Brianza. In quest'ultima settimana di campagna elettorale ha deciso di regalare ai cittadini un gadget particolare. Ossia un pacchetto di polenta "Made in Brianza" per dire "no alla farina di grillo e agli insetti a tavola e sì ai nostri prodotti tipici". 

Corbetta, un'altra scelta dell'Unione europea su cui la Lombardia non è d'accordo? 

Noi non abbiamo bisogno di cibo sintetico, ma di tutelare la nostra tradizione agroalimentare. A volte le scelte dell'Ue sono contrarie al buonsenso e sembrano fatte apposta per danneggiare il nostro sistema. 

Come lo stop alle auto a benzina e diesel dal 2035?

Esattamente. Una decisione che danneggia le nostre piccole e medie imprese che con il motore tradizionale ci lavorano. Se passiamo in massa dal motore termico e quello elettrico, tutta questa energia che servirà dove andremo a reperirla? Sono scelte dannose che continueremo a combattere e che troppo spesso ci colpiscono. Penso, per esempio, anche alla nuova direttiva sulla plastica. 

Si spieghi meglio. 

Noi abbiamo anche qui in Brianza un sistema di aziende che lavorano la plastica. Il tema non è demonizzarla ma portare avanti a livello culturale delle indicazioni su come andare a riciclarla e smaltirla. L'Ue dovrebbe facilitarci ma troppo spesso mette paletti. 

A proposito di Parlamento Europeo, cosa ci insegna il Qatargate? 

Che evidentemente se c'è una questione morale è nella sinistra, anche se la vicenda ha finito per danneggiare tutta la politica. Le patenti di onestà lasciano il tempo che trovano. E quello che fa schifo sulla vicenda è l'aver preso mazzette su temi, come la tutela dei lavoratori, su cui alcuni esponenti avevano costruito la loro battaglia politica. Hanno sempre attaccato Matteo Salvini per dei rubli che non esistono, poi vengono beccati con le mani nella marmellata...

L'autonomia ha ottenuto un primo via libera dal Consiglio dei ministri. I vostri avversari parlano però di un trofeo da esibire in vista delle regionali. 

Non è nessun dazio da pagare, semmai una riforma importante inserita nel programma del centrodestra. E che i lombardi e i veneti attendono da anni. Sul tema registro contraddizioni nella sinistra con alcuni governatori, un tempo favorevoli, che ora attaccano per campagna elettorale. L'autonomia farà bene da Nord a Sud e sarà uno stimolo per quelle Regioni che oggi corrono meno. 

La Lega migliorerà il risultato delle politiche? 

Quello che sento dire ai cittadini mi porta a credere che ci possa essere un aumento dei voti. La Lega è nata in Lombardia per valorizzarla e per dargli un po' di liberta in più rispetto alla burocrazia del centralismo romano. E penso che ci aiuterà anche il buon lavoro che stanno facendo i nostri ministri (tutti lombardi, ndr). 

Riuscirete a trovare il vostro spazio nonostante l'avanzata di Fratelli d'Italia?

Il presidente Attilio Fontana è sicuramente una persona capace di mediare tra le varie anime che compongono una maggioranza. Poi comunque le somme le tireremo lunedì prossimo, ma credo ci sarà la possibilità di entrare in Consiglio regionale da protagonisti. Il primo obiettivo è vincere, poi l'auspicio è che chiunque sarà il socio di maggioranza si comporti come abbiamo fatto noi con gli altri in questi cinque anni. 

Letizia Moratti sottrarrà davvero dei voti al centrodestra?

La questione Moratti si commenta da sola. Vuole l'autonomia ma il suo capo, Carlo Calenda, l'ha smentita, così come sui tassisti. E questo avviene quando si mettono insieme persone che non c'entrano nulla l'una con l'altra solo per una poltrona. Penso che i lombardi non premieranno chi cambia da uno schieramento all'altro e non ha le idee chiare. E Moratti non ne esce bene a livello politico dopo la carriera che ha fatto, con una storia, tra l'altro, tutta nel centrodestra.   

Iscriviti alla newsletter
Tags:
regionali







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.