A- A+
Milano
Covid, -73,1% di passeggeri nel 2020: aeroporti milanesi in difficoltà
L'aeroporto di Malpensa

Covid, -73,1% di passeggeri nel 2020: aeroporti milanesi in difficoltà

La pandemia Covid ha prodotto nel 2020 un drastico calo del 73,1% dei passeggeri nel sistema aeroportuale di Milano gestito da Sea, scesi a 9,5 milioni. La drastica riduzione del traffico passeggeri, spiega una nota, si e' verificata a partire dall'ultima settimana del mese di febbraio. L'aviazione commerciale ha registrato risultati in crescita esclusivamente nel mese di gennaio rispetto al medesimo periodo dell'esercizio 2019 (+7,0%), mentre nel mese di febbraio si e' registrata una contrazione del -6,2% dovuta alla fase iniziale della pandemia. Nei successivi quattro mesi, il traffico ha subito una drastica riduzione sino a toccare, a marzo e aprile una riduzione del -99% rispetto agli stessi mesi del 2019.

Una fase di recupero si e' avuta nel periodo estivo, con picchi registrati nei mesi di luglio agosto e settembre (nei tre mesi sono stati gestiti 2,9 milioni di passeggeri, in media del 70,9% inferiori rispetto al 2019). L'aviazione generale gestita da Sea Prime ha complessivamente totalizzato 15.655 movimenti, in flessione del -36,1% rispetto al 2019, nonostante l'operativita' dei terminal di aviazione generale non sia mai stata interrotta. Il traffico merci, nel corso del 2020, ha registrato 512 mila tonnellate, in contrazione solo del -7,1% rispetto all'esercizio precedente. A differenza del trasporto passeggeri fortemente penalizzato dalla pandemia, il comparto merci ha contenuto la riduzione, principalmente grazie alla significativa crescita dei vettori all cargo (movimenti in crescita del +55,7% e merce trasportata + 19,8%). Durante la fase di lockdown, la Cargo City di Milano Malpensa e' stata l'hub di riferimento per l'importazione via aerea delle attrezzature anti-covid e unico gateway italiano dell'air cargo internazionale di beni non-umanitari (tra cui in particolare quelli e-commerce).

Il gruppo Sea, che gestisce gli scali aeroportuali milanesi, ha chiuso il 2020 con una perdita di 128,6 milioni di euro, in peggioramento di 253 milioni rispetto all'utile di 124 milioni del 2019. Tra gli altri dati di bilancio, i ricavi sono scesi del 63,6% a 257 milioni, in seguito alla riduzione del traffico per la pandemia Covid. I costi di gestione a loro volta sono scesi del 34,6% a 285 milioni. Il margine operativo lordo e' negativo per 26,6 milioni (+274 in precedenza) e il risultato operativo passa da +174 a -133,1 milioni. Gli investimenti sono stati pari a 61,8 milioni, in netta riduzione rispetto all'anno precedente. L'indebitamento finanziario netto e' pari a 626,7 milioni, in aumento rispetto ai 450,9 di fine 2019.

Ryanair investe 170 milioni per l'estate a Malpensa

In vista dell'estate, Ryanair si rafforza a Malpensa. Ci sono prospettive per "ripartire con una buona inclinazione tra fine giugno e inizio luglio" e "abbiamo segnali di ripresa interessanti sull'aeroporto di Malpensa per quanto riguarda il lungo raggio con i nuovi voli 'Covid tested' che operiamo da e per gli Stati Uniti", dice il vicepresidente aviation business development di Sea, Andrea Tucci, che plaude alla decisione di Ryanair di potenziare la sua base di Malpensa. Il programma per l'estate 2021 prevede un investimento di 200 milioni di dollari (quasi 170 milioni di euro) per due aerei basati in piu', portando il totale di velivoli a quota sette, e 30 rotte di cui quattro nuove per Barcellona, Corfu', Santorini e Zante. Con questo piano, che sosterra' oltre 200 posti di lavoro sul territorio, la compagnia irlandese "sfiorera' i 3 milioni di passeggeri - spiega Tucci - posizionandosi tra i vettori piu' importanti con una quota di mercato superiore al 10% nel nostro aeroporto". Un passo in avanti nella base principale italiana di EasyJet, altro vettore low cost, che a sua volta si e' insediato lo scorso febbraio a Orio al Serio, 'casa' di Ryanair. "Confermiamo l'impegno come compagnia numero uno in Italia" e la volonta' di "supportare la ripresa del traffico e del turismo nel Paese", sottolinea il direttore commerciale di Ryanair, Jason Mc Guinness, che prevede "una crescita continua in Italia nei prossimi anni" e una "ripresa del traffico e del turismo in estate, anche grazie alla continua implementazione dei programmi vaccinali". La compagnia aerea si appella pero' al governo italiano affinche' "sospenda per almeno 12 mesi" l'addizionale comunale sul diritto di imbarco passeggeri.

Alitalia, oggi giornata di mobilitazioni

Tutt'altre sensazioni giungono da Alitalia, la cui situazione potrebbe avere conseguenze negative soprattutto su Linate. Non ancora accreditati i 55 milioni di ristori assicurati dalla Ue, e nuovamente rinviato l'incontro tra i commissari straordinari della compagnia e i sindacati, come riferisce oggi il quotidiano Il Giorno. Oggi giornata di mobilitazione nazionale in occasione della convocazione del nuovo incontro. Presidio di lavoratori a Linate. In caso il rilancio di Alitalia passasse per una versione light della compagnia aerea, con soli 50 velivoli, ci sarebbero inevitabilmente esuberi e, a cascata, difficoltà anche in settori che ruotano attorno ad Alitalia come Airport Handling, già danneggiata dalla decisione della compagnia italiana di gestire in proprio alcuni servizi a Linate

Commenti
    Tags:
    covidseaaeroporti milanesiryanairlinatemalpensaalitalia
    Loading...










    A2A
    A2A
    Acqua
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    School of Management LUM: "Scenari geopolitici e intelligence economica"
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Cookie di terza parte, taglio netto ai business online
    Redazione
    Rai, arrivano i nuovi vertici: tutti i nomi in pista. Il retroscena


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.