A- A+
Milano
Covid, in Lombardia 872 nuovi casi, decessi +31, tasso di positività 5,1%
(fonte IPA)

Coronavirus in Lombardia, i dati del 26 aprile

 Coronavirus in Lombardia, i dati del 26 aprile: tamponi effettuati: 16.993 (di cui 13.582 molecolari e 3.411 antigenici) totale complessivo: 9.277.607; nuovi casi positivi: 872 (di cui 56 'debolmente positivi'); guariti/dimessi totale complessivo: 710.637 (+5.499), di cui 3.838 dimessi e 706.799 guariti; in terapia intensiva: 601 (-9); ricoverati non in terapia intensiva: 3.824 (-62); decessi, totale complessivo: 32.688 (+31).

I nuovi casi per provincia: Milano: 336 di cui 125 a Milano città; Bergamo: 106; Brescia: 107; Como: 64; Cremona: 30; Lecco: 22; Lodi: 5; Mantova: 20; Monza e Brianza: 98; Pavia: 32; Sondrio: 4; Varese: 21.


FONTANA DEVE ANCORA FIRMARE PETIZIONE LEGA. SALVINI: STASERA

Il governatore lombardo Attilio Fontana e' d'accordo con la petizione promossa dalla Lega sull'eventuale allargamento del coprifuoco alle 23, tuttavia non ha ancora firmato il documento. "Sono d'accordo nel dire che bisogna cercare, nell'ambito del buonsenso e della precauzione, far sentire ai nostri cittadini che c'e' un allentamento e che si va verso il ritorno alla normalita'", afferma il governatore a margine di una visita al centro vaccinale all'Hangar Bicocca.

"Credo che il coprifuoco debba essere valutato positivamente nel momento in cui si tratta di un allentamento di un'ora verso un periodo estivo in cui e' anche bello poter stare un po' in giro", afferma Fontana che poi puntualizza: "Non ho ancora firmato, non lo so, penso di si'. Non e' questione di firmare ma di sostenere le idee che credo siano giuste". Intanto Salvini risponde: "il governatore della Lombardia ha tanto da fare- dice- magari lo fara' stasera a casa sul tardi". 

PL. FONTANA (LOMBARDIA): BUON INIZIO, SCAGLIONAMENTO NECESSARIO

 "La prima giornata, soprattutto per quanto riguarda il trasporto pubblico, ha retto molto bene a parte alcuni piccolissimi problemini, quindi la cosa e' stata sicuramente positiva. Lo scaglionamento e' uno dei sistemi perche' altrimenti non e' compatibile il numero delle persone che rientra a scuola con il 50% degli utilizzi". Anche il presidente lombardo Attilio Fontana 'accoglie' l'osservazione dei due principali gestori Tpl locali, Atm e Trenord, i quali chiedono a gran voce uno scaglionamento strutturale degli orari per far fronte a una domanda in aumento che rischia di 'scontrarsi' con i paletti del 50% di capienza. "Oggi questo sistema e' andato bene, spero che anche nei prossimi giorni possa andare in una egual misura", afferma Fontana, ascoltato a margine di una sua visita all'Hangar Bicocca. "Sicuramente- precisa il governatore- quello dello scaglionamento e' sempre stata una proposta che come Regione abbiamo avanzato". 

Commenti
    Tags:
    covid lombardia
    Loading...









    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    "È ossessionato....". Salvini zittisce (ancora) Letta
    La Budapest comunista e i ladri italiani di opere d’arte
    La transizione energetica sprona il business di Sorgente Group
    Carlo Petagna*


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.